Club 2000m

Club Collezionisti Cime dell'Appennino

facebook

Redazione Club2000m

Redazione Club2000m

Venerdì, 29 Novembre 2019 14:07

2019 Luglio 24: Alla Riscoperta del Club 2000m

Alla riscoperta del Club 2000m

APPENNINO.TV Articolo del 24 Luglio 2019

Intervista a Francesco Mancini

Siamo qui con il Grandissimo Appenninista Francesco Mancini uno dei più importanti componenti del Consiglio Direttivo del Club 2000m ma anche appartenente al CAI da più di 20 anni della Sezione di AVEZZANO oltre che alla FederTrek.

Francesco con il Club 2000m, istituzione principe dell’Appennino, avete recentemente organizzato un raduno, com’è andato?

Innanzitutto voglio rivolgere i miei più vivi complimenti a tutti Voi ideatori e redattori di questo nuovo portale informatico dedicato alla montagna per lo spazio che ci avete dedicato augurando i più grandi successi professionali.

001a
In foto: il recente incontro che la Redazione di Appennino TV ha avuto con Francesco Mancini che vede da sinistra Arianna Manca, Fabio Orfei, Emanuele Cascapera e Lucio Virzì.

In merito al 6° Raduno in Montagna devo dire che quest’anno è stato particolarmente difficile coordinare il Raduno che ricordo è stato in collaborazione con il CAI di Amatrice del Presidente Franco Tanzi in quanto, a causa del pessimo meteo di Maggio e parte di Giugno, siamo stati costretti a rimandarlo per 3 volte.

Le prime due volte a causa del meteo e la terza per la contemporaneità con un altro evento quale l’anteprima nazionale a Fonte Cerreto de L’Aquila della Guida di Luigi Tassi “ Il Gran Sasso e le Alte Cime “ che ci ha visto protagonisti come Club 2000m, per la prima volta in un libro così importante, con il Logo, un capitolo a noi riservato, i ringraziamenti e le Cime valide per l’Elenco del Club 2000m.

Siamo andati troppo in avanti con la data e ciò ha comportato delle assenze di coloro che avevano già prenotato viaggi per le Cime sia del Tosco-Emiliano che del Calabro-Lucano oltre alle ferie e altri impegni sia di natura personale che di montagna in quanto molti nostri iscritti sono anche accompagnatori di diverse sezioni del Club Alpino Italiano.

Tuttavia complessivamente è andato tutto splendidamente per i tanti incontri che si fanno in questa occasione fra coloro che salgono prima, che ci raggiungono dopo, che salgono da altri versanti oltre al grande gruppo iniziale.

Queste occasioni servono per rivederci dopo 1 anno o per conoscerci dal vivo e poi il Raduno aveva lo scopo raggiunto di riportare tante persone ad Amatrice per permettere anche solo per un giorno di far rivivere questi territori così duramente dal Terremoto.  

002a
In foto: Una parte del grande gruppo iniziale in partenza da Macchie Piane alle pendici di Pizzo di Sevo della Laga (Foto di Paolo Gentili)

Sicuramente un grande successo, ma vogliamo ricordare ai nostri lettori quali sono i valori e gli obiettivi che il Club 2000m si prefigge?

Ricordiamo che la realtà Appenninica del Club 2000m, che vede quasi 1400 iscritti, ha la finalità di raggiungere TUTTE le 243 Cime riconosciute nell’elenco ufficiale situate fra i 2000 m ed i quasi 3000 m del Gran Sasso D’Italia di TUTTO l’Appennino Italiano, da quello Tosco-Emiliano fino a quello Calabro-Lucano, senza dimenticare quelle che si trovano fra Umbria, Marche, Abruzzo, Lazio e Molise.

Il Club 2000m nasce ufficialmente il 2 Luglio del 2007 da una idea del Presidente Giuseppe Albrizio (http://www.lemiepasseggiate.it), Claudio Carusi (http://www.fagustrek.it), Livio Rolle attualmente anche Guida e Formatore della FederTrek a cui si è aggiunto successivamente il Direttivo Francesco Mancini (http://www.esplorandox.it).

L’obiettivo è quello di stimolare gli escursionisti che vivono le montagne più alte dell’Appennino a conoscerle sempre meglio anche quelle meno note, ad individuare nuovi percorsi, e a condividere con altri amici appassionati il proprio stupore per la bellezza di luoghi meno frequentati con le vie di salita e gli itinerari individuati.

Lo stimolo alla scoperta di nuove cime e di nuovi percorsi è dato dalla curiosità per quelle ancora non raggiunte, presenti nell’elenco ufficiale dei 2000 m dell’Appennino, fiore all’occhiello del Club, primo elenco assoluto e riconosciuto in Italia. Sulla base del predetto elenco ciascuno può spuntare su una scheda personale le proprie cime e confrontarsi con gli altri in una classifica che ha il solo scopo di incitare ad uscire dai percorsi più battuti senza spirito agonistico.

003a
In foto: Un momento del Raduno in Montagna del Club 2000m realizzato sul Terminillo

Ormai siete una realtà affermata, quale sono i progetti futuri che vi ponete come Associazione?

Con il passare degli anni e soprattutto con la maggiore visibilità e quindi importanza del Club stiamo cercando di curare maggiormente alcuni aspetti di natura più specifica rispetto al passato.

Ci sentiamo maggiormente responsabilizzati anche se non è facile perché nasciamo come singoli montanari con un senso di individualità che spesso è prevalente.

Gli obiettivi futuri sono sempre quelli della condivisione e dei rapporti umani non solo fra tutti noi del Club 2000m ma anche con le altre realtà di montagna che vivono la nostra stessa passione.

Un esempio di tutto questo lo ha dato proprio la Sezione CAI di AVEZZANO che mi ha invitato come ospite d’eccezione in rappresentanza del Club 2000m alla prima giornata di “ Festa dei 90 anni della Sezione “ che per 5 giorni da Lunedì 29 Luglio a Sabato 3 Agosto 2019 presso la prestigiosa sede della sala convegni di Palazzo Torlonia di Avezzano fra conferenze, stand e palestre di arrampicata allieterà il pubblico presente.

Per questo motivo voglio ringraziare il Presidente Tonino Di Palma, il Past President Giovanni Olivieri, il Direttivo e Coordinatore dell’evento Romano Sfirri e il Direttivo e AE Fabio Antifora.

004a
In foto: La locandina della giornata di apertura della festa dei 90 Anni della Sezione CAI di Avezzano che vede il Club 2000m ospite d’eccezione nella giornata di apertura di Lunedì 29 Luglio 2019

Che consigli ti senti di dare ai nostri lettori che vorrebbero iniziare a “collezionare“ cime ?

Nel mio ruolo, che non è solo di Consigliere del Direttivo, ma anche di organizzatore di eventi del Club e di curatore dei rapporti istituzionali con le altre realtà associative mi interfaccio quotidianamente con tanti iscritti che mi chiedono informazioni e consigli su qualsiasi aspetto legato non solo al Club ma anche alla montagna in generale e sull’Appennino in particolare anche di Regioni lontane dalla nostra realtà classica.

A loro dico sempre che non si deve parlare di “Collezione“, termine che da alcuni viene visto negativamente perché frainteso, ma di “Esplorazione“.

Con la scusa di inserire le Cime ascese nel proprio Albo il vero Progetto del Club 2000m è quello di raggiungere luoghi e montagne che non avresti mai pensato di raggiungere, percorrere sentieri che non avresti mai pensato di fare di tutta la dorsale Appenninica Italiana.

005a

In foto: un autoscatto della solitaria infrasettimanale in MTB che ha fatto Francesco Mancini pochi giorni prima del Raduno sul Monte Autore a quota 1855 m dei Monti Simbruini

Sei stato gentilissimo Francesco, ma prima di salutarci vorrei chiederti una cosa sulla quale credo ci sia bisogno di far chiarezza: quali sono i requisiti necessari per potersi accreditare una cima? La “foto di vetta” è necessaria? Quali requisiti servono affinché una vetta possa essere considerata raggiunta in assetto invernale?

Ti ringrazio per queste 2 domande sulle quali possiamo fare chiarezza definitiva su questi aspetti sempre molto controversi e discussi.

In merito all’accreditamento di una cima il mio pensiero è quello di un purista della montagna: premesso che difficilmente non si lascia a se stessi il ricordo con una  “ foto di vetta “ ritengo tuttavia che la maggioranza – una volta avrei detto tutti – di coloro che raggiungono lo cime debba possedere quella che chiamo “ onestà intellettuale “ cardine di queste esperienze che in fondo ognuno compie per realizzare quella felicità interiore che noi conosciamo.

Per quanto concerne le “Cime Invernali“ faccio mie le parole del Presidente del Club 2000m Giuseppe Albrizio che ricordiamo è stato insignito di una speciale onorificenza da parte del Club Alpino Italiano Centrale nominandolo Accompagnatore Escursionistico Onorario.

Tale riconoscimento è stato concesso in via del tutto eccezionale poiché riservato solo ai Soci del Club Alpino Italiano che in uno specifico settore abbiano svolto attività significative e si siano particolarmente distinti.

(Il suo Blog è http://www.lemiepasseggiate.it/)

006
In foto: gli Organi Tecnici Territoriali Operativi di Escursionismo del Club Alpino Italiano Memmina De Nardis e Luciano Roma durante la consegna ufficiale al Presidente del Club 2000m della Giacca di “AE Onorario“.

“La collezione dei 2000 dell’Appennino saliti in inverno o in condizioni invernali è un’idea del grandissimo Alpinista ma anche Appenninista Cristiano Iurisci mentre il LOGO dello scudetto è stato ideato da Cleverson Ferrara.

I criteri proposti da Iurisci sono poi stati adattati dal Club come segue: si considera quella fatta secondo calendario cioè dal 21 Dicembre al 21 Marzo oppure quella fatta in condizioni invernali, quando cioè per raggiungere la vetta è stato obbligatorio percorrere la via scelta per almeno il 50% su neve o ghiaccio“

007a 

In foto: Il Presidente del Club 2000m Giuseppe Albrizio in uno dei momenti della premiazione con lo Scudetto Invernale alla Serata Sociale del Club 2000m per le 100 Cime di Claudio Carusi uno dei fondatori del Club 2000m

Concludo ricordando a tutti che la nostra Riunione Annuale durante la “ XI Serata Sociale del Club 2000m “ quest’anno sarà quasi sicuramente nella giornata di Sabato 23 Novembre dalle 16 in poi con la consueta Cena Sociale.

Per questo motivo voglio ringraziare il Presidente del CAI di Sora Lucio Meglio, il Grande Giorgio Lucarelli Alpinista e Ciclo Viaggiatore e la mia Simona Prosperi Direttivo e AE SORA che coordinerà con il sottoscritto la manifestazione che si svolgerà proprio al centro di Sora.

Aspettiamo quindi tutti gli iscritti, gli amici ed i simpatizzanti per una lunga giornata di relazioni, incontri, filmati e premiazioni ma soprattutto di Amicizia che è il vero perno motore del Club 2000m.

008 

In foto: Ai piedi del Monte Trani nel PNALM il Direttivo e AE CAI SORA Simona Prosperi che coordinerà insieme a Francesco Mancini la XI Serata Sociale del Club 2000m che si svolgerà al centro di Sora (Foto di Francesco Mancini)

Potete seguire il Club 2000m sul Gruppo FB Ufficiale “ Club 2000m ”, sul Sito Internet www.club2000m.it e Francesco Mancini sul suo blog personale www.esplorandox.it

Giovedì, 28 Novembre 2019 11:09

Undicesima Serata Sociale del Club 2000m

23 Novembre 2019

Sora

 

Nota:

altre notizie riguardo "prima-durante-dopo" la serata sociale del Club 2000m

le potete trovare nel Blog di Francesco Mancini EsplorandoX 

001a

001 - la locandina dell'11^ Serata Sociale del Club 2000m

002 

002 - l'Auditorium Baronio (Sora-Frosinone) gremita in ogni ordine di posti

003 

003 - particolare dell'Auditorium

004 

004 - i due organizzatori della Serata Sociale, da sinistra: Francesco Mancini e 

Simona Prosperi

004a 

004a - un aiuto "fondamentale" per Francesco, il figlio: Daniele Mancini

005  

005 - premiazione 50 Cime dell'Appennino 

006 

006 - il gruppo degli Appenninisti 50 cime al completo 

007 

007 - Elena Sabatini

008 

008 - Roberto Contestabile

009 

009 - Daniela Pavel

010 

010 - Lorenzo Imbimbo

011 

011 - Roberto Vari

012 

012 - Giuseppe Loreti

013 

013 - Marco Campagnone

014 

014 - Paola D'Ippolito

015 

015 - Iris Skrame

016 

016 - Alessio Alessandrini

017 

017 - premiazione 100 Cime dell'Appennino

018 

018 - il gruppo Appenninisti 100 Cime al completo

019 

019 - Maurizio Galante

020 

020 - Simona Vecchi

021 

021 - Andrea Tuzzi

022 

022 - Danilo Giancani

023 

023 - Federica Carabiniere e Nicola Polcino

024 

024 - Leonardo Imperatore

025 

025 - Daniele Capogna

026 

026 - Liliana Gismondi

027 

027 - Massimigliano Pittiglio

028 

028 - Alessandro Nironi

029 

029 - Massimo Patacchiola

030 

030 - Massimiliano Paiano

031 

031 - Vincenzo D'Itri

032 

032 - premiazione 200 Cime dell'Appennino

033 

033 - il gruppo Appenninisti 200 cime al completo

034 

034 - Alfredo Tamburri

035 

035 - Maurizio Cianfarani

036 

036 - Alessandro Cianforlini

037 

037 - Alessio Petrelli

038 

038 - Claudio De Persio

039 

039 - Arturo Pellegrini

040 

040 - Marco Federici

041 

041 - Paola Colizza

042 

042 - David Mocci

043 

043 - Gabriele Di Falco

044 

044 - Angellamaria Tresca

045 

045 - Tommaso Parisi 

046 

L'ALBO d'ORO dei GRANDISSIMI APPENNINISTI lo potete consultare qui: Albo d'Oro Appenninisti

046 - premiazione Tutte le Cime dell'Appennino

047 

047 - il gruppo Appenninisti Tutte le Cime dell'Appennino al completo

048 

048 - Paolo D'Annunzio

049 

049 - Silvia Berti

050 

050 - Riccardo Capitelli

051 

051 - Mauro Lucatelli

052 

052 - Paolo Buccilli

053 

053 - Antonio Muscedere

054 

054 - Daniele Grossi (al centro, a destra suo padre Agostino)

055 

055 - Franco Accettola

056 

056 - Rossana Ciummo

057 

057 - Roberto Ficcadenti

058 

058 - Andrea Cappadozzi

059 

059 - Massimiliano Lacioppa

060 

060 - Marco Maroscia

061 

061 - Romanas Kazakevicius

062 

062 - Rita Stutz

063 

063 - premiazione 25 Cime dell'Appennino Invernali

064 

064 - da sinistra: Leonardo Imperatore, Claudio De Persio, Federica Carabiniere, Alessio Petrelli

065 

065 - premiazione 50 Cime dell'Appennino Invernali

066 

066 - da sinistra: Luca Flamini, Nicola Luongo, Alba Pacifici, Giuseppe, Maurizio Cianfarani, Alfredo Tamburri

067 

067 - premiazione 100 Cime dell'Appennino invernali

068 

068 - da sinistra: Adriano Formichini, Augusto Catalani, Stefano Ardito, Giuseppe, Angelo Capoccia, Francesco Mancini

069 

069 - premiazione TUTTE le Cime dell'Appennino invernali

070 

070 - Giorgio Giua

071 

071

072 

072

073 

073

074 

074

075 

075 - al centro il Presidente del CAI di Sora Lucio Meglio

076 

076 - un attimo di riposo per Francesco Mancini

077 

077 - Giuseppe Ardente

078 

078

079 

079 - Luigi Tassi

080 

080

081 

081

082 

082 - Giorgio Lucarelli

083 

083

084 

084 - da sinistra: Giorgio Giua, Giuseppe Ardente, Luigi Tassi, Stefano Ardito, Giuseppe, Giorgio Lucarelli, Francesco

085 

085 - Mario Biagi

086 

086

087 

087 - al centro da sinistra: Naldo Giammarco e Pietro Avella

088 

088 - Stefano Ardito

089 

089

090 

090 - da sinistra: Giorgio Giua e Alberto Osti Guerrazzi

091 

091 - Sara Pietrangeli

092 

092 - Giorgio Giua, Giuseppe Celli

093 

093

094 

094

095 

095 

096 

096

097 

097 -

098 

098 

099 

099

100 

100

101 

101

102 

102

103 

103

104 

104

105 

105

106 

106

107 

107

108 

108

109 

109

110 

110

111 

111

112 

112

113 

113

114 

114

115 

115

116 

116

117 

117

118 

118

119 

119

120 

120

121 

121

122 

122

123 

123

124 

124 - da sinistra: Mario Biagi, Giuseppe, Arturo Pellegrini

124a

124a - Mario Biagi, Teresa, Giuseppe, Arturo Pellegrini 

125 

125 - in primo piano Giuseppe Tuccillo, in piedi Giuseppe, a destra Franco Bassanelli

126 

126

127 

127

128 

128

129 

129

130 

130

131 

131

132 

132

133 

133

134 

134

135 

135

136 

136

137 

137

138 

138

139 

139

140 

140

141 

141

142 

142

143 

143

144 

144

145 

145

146 

146

147 

147

148 

148

149 

149

 

Si considera salita invernale quella fatta in inverno secondo calendario (21 dicembre, 21 marzo) oppure quella fatta in condizioni invernali, quando cioè per raggiungere la vetta è stato obbligatorio percorrere la via scelta per almeno il 50% su neve o ghiaccio.

NB: Per terminare la "collezione" NON e' necessario salire le cime alpinistiche e quelle in riserva integrale del PNALM; vale la stessa regola della salita delle cime senza neve, quindi le cime si riducono da 261 a 243 

Le cime alpinistiche sono: Vetta Centrale del Corno Grande Gran Sasso D'Italia  2893 m

                                            Torrione Cambi (Gran Sasso D'Italia)                            2875 m 

                                            Punta Dei Due (Gran Sasso D'Italia)                              2608 m

                                            Dente del Lupo (Gran Sasso D'Italia)                            2297 m

                                            IL Tempio (Gruppo Velino-Sirente)                                2099 m

 

Le cime in riserva integrale del PNALM sono: Monte Petroso                                 2249 m

                                                                           Monte La Meta                                2242 m

                                                                           Monte Ninna                                    2220 m

                                                                           Monte Petroso, anticima Sud          2193 m

                                                                           Monte Tartaro                                  2191 m

                                                                           Gendarme de La Meta                     2185 m

                                                                           Monte della Corte                            2182 m

                                                                           Monte Petrosello                             2171 m

                                                                           Monte Altare                                    2174 m

                                                                           Monte Capraro                                 2100 m

                                                                           Monte Iamiccio                                2074 m

                                                                           Balzo della Chiesa                           2073 m

                                                                           Cima di Passo Cavuto                     2002 m

                                                                           

La classifica invernale prevede appositi scudetti, il primo a 25 cime, poi a 50, 100, 200 e TUTTE (per TUTTE si intende la fine del progetto che sono la "collezione" di 243 cime).

001 - volantino serata ad Amatrice

In occasione dell'incontro di Gian Luca Gasca con Amatrice

             Giuseppe Albrizio parla del Club 2000m

001

Corriere di Rieti - Giovedi 30 Maggio 2019 - "L'Iniziativa"

Perdersi ritrovando se stessi in Appennino

L'incontro ad Amatrice con Gian Luca Gasca, scrittore e camminatore

di Ines Millesimi

Gian Luca Gasca incontra Amatrice sabato 1 giugno alle ore 18 alla Sala del Gusto, Area food di Amatrice. E' il terzo evento di Montagne in Movimento del CAI Amatrice, con il patrocinio del Comune di Amatrice e il sostegno di Montura (ingresso libero).

L'incontro con il giovane scrittore e instancabile camminatore è mirato soprattutto a far conoscere con occhi diversi la dorsale appenninica e le montagne della Laga attorno ad Amatrice. Gian Luca ricostruirà attraverso i suoi ricordi le impressioni molto forti della seconda terribile scossa del 30 ottobre 2017 visto che si trovava quella mattina ad Amatrice. Sarà un racconto emozionante e avvincente, con l'uso di immagini del suo lunghissimo viaggio a piedi; sarà l'occasione per ricostruire con i presenti un diario intimo e sincero di tanti personaggi incontrati, soprattutto partendo dal celebre cantautore Francesco Guccini che si è ritirato a vivere in Appennino emiliano, a Pavana. Ad Amatrice verrà presentato il suo libro dal titolo simbolico Mi sono perso in Appennino, a riprova che un escursionista del Nord, con i suoi schemi mentali abituati alle Alpi, abbandona lungo il cammino quegli schemi scoprendo una montagna inattesa, più libera e selvaggia, forse più autentica: proprio in Appennino!

Sarà presente un' ampia delegazione di escursionisti dall'Emilia Romagna, appartenenti alle sezioni di Ferrara e di Lugo di Romagna che dal 31 maggio al 2 giugno soggiorneranno tra Accumoli e Amatrice per conoscere paesaggi, montagne e persone portando un aiuto solidale a chi in queste terre ci vive e ci lavora. Durante l'evento interverrà il Presidente del Club 2000 metri Giuseppe Albrizio per illustrare scopi e attività degli Appenninisti.

Gian Luca Gasca, classe 1991 è un reporter e scrittore di montagna. Amante dei viaggi con lo zaino in spalla, nel 2014 inizia ad organizzare una traversata delle Alpi che lo ha portato a stravolgere la sua carriera. Nell'estate 2015 attraversa le Alpi in parte a piedi e in parte con i mezzi pubblici. Impiega 54 giorni per andare da Trieste a Nizza e nel suo percorso "esplora" e raccoglie testimonianze di vita che oggi fanno parte del suo primo libro 54 giorni nel cuore delle Alpi (Fusta, 2016). Durante il 2016 scrive il suo primo libro dedicato alla storia dell'alpinismo Nanga Parbat, la montagna leggendaria (Alpine Studio, 2016) in cui racconta la storia della nona montagna del pianeta. Nel 2018 per Ediciclo pubblica Mi sono perso in Appennino. Sempre nel 2016 percorre gli Appennini con le stesse modalità utilizzate sulle Alpi, viaggio-preparazione per una sfida più grande. La sua passione per i viaggi lenti infatti, lo porta, nell'estate 2017, a partire da Torino per raggiungere a piedi e con i mezzi pubblici la base del K2.

Attualmente collabora e scrive per Meridiani Montagne e Montagna.tv.

Per ingresso libero fino a esaurimento posti comunica email la tua o le tue presenze a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Ci aiuterai a tenerti aggiornato con i nostri eventi di Montagne in Movimento CAI AMATRICE. Info 348.79.56.329

Un articolo uscito sul Quotidiano Ciociaria Oggi che parla del Grandissimo Appenninista Antonio Muscedere

che il giorno 11 Agosto 2019  ha concluso la scalata di TUTTE le cime dell'Appennino superiori ai 2000 metri

Muscedere Antonio

 

 

foto articolo Muscedere antonio ridotto

 

Venerdì, 12 Luglio 2019 14:15

Sesto Raduno in Montagna del Club 2000m

Monte Pelone Settentrionale

da San Angelo - frazione di Amatrice

località Macchie Piane

il racconto della sesto raduno in montagna del Club 2000 m lo potete leggere aprendo la NEWS N.38 di Francesco Mancini

la descrizione dell'escursione con cartina Google Earth e traccia GPX la potete leggere qui: Monte Pelone Settentrionale

000 locandina

la locandina

001

001 - Macchie Piane-Amatrice

002

002

003

003

003a

003a

003b

003b

003c

003c

003d

003d

004

004

005

005

006

006

007

007

007a

007a

007b

007b

008

008

008a

008a

008b

008b

008c

008c

008d

008d

009

009

010

010

011

011

012

012

013

013

013a

013a

013b

013b

013c

013c

014

014

015

015

016

016

016a

016a

016b

016b

017

017

018

018

018a

018a

018b

018b

018c

018c

018d

018d

018e

018e

018f

018f

019

019

020

020

021

021

022

022

023

023

024

024

025

025

026

026

027

027

028

028

029

029

030

 

 

 

 

 

 

Venerdì, 12 Luglio 2019 13:42

16 Giugno 2019: il Club 2000m ad Amatrice

Giornata di festa del Club 2000 metri ad Amatrice

FOTO1

Gruppo iniziale (Foto di Paolo Gentili)

16 Giugno 2019 – Quota 1550m – Macchie Piane di Sant’Angelo di Amatrice – 100 CUORI…1 SOLO BATTITO per il 6° Raduno in Montagna del Club 2000m realizzato in collaborazione con il CAI di AMATRICE del Presidente Franco Tanzi che ringraziamo per aver inserito questa uscita nel calendario sezionale.

Dopo 2 rinvii consecutivi dovuti al maltempo sulle alte cime dei Monti della Laga si è svolto l’incontro annuale in Montagna che vede partecipare tutti coloro che hanno aderito al Progetto del Club 2000m.

Il Sodalizio che racchiude iscritti e simpatizzanti di coloro che decidono di raggiungere TUTTE le 243 Cime inserite nell’albo ufficiale fra i 2000 e i quasi 3000 metri del Gran Sasso D’Italia da Nord a Sud di TUTTO l’Appennino Italiano da quello Tosco-Emiliano a quello Calabro-Lucano senza dimenticare le montagne di Lazio-Abruzzo-Marche-Umbria e Molise.

Un segno di solidarietà che il Club 2000m ha voluto lasciare ad AMATRICE e che ha visto una carovana di auto che da tutta l’Italia centrale hanno invaso questi territori duramente colpiti dal recente terremoto.

Dalla Salaria per chi proveniva da Roma e da Ascoli Piceno e dal Lago di Campotosto per chi proveniva da Teramo e da L’Aquila un colorato serpentone di auto ha cercato di riportare movimento e presenza, da tutti i punti di vista, prima, durante e dopo la manifestazione.

E’ stato bello vedere la maglia ufficiale del CAI di AMATRICE indossata da alcuni Appenninisti iscritti per sostegno al Club Alpino Italiano locale.

FOTO2

In foto: da sinistra la Grandissima Appenninista Mimma De Felicis de “ I Folletti del Morrone “ al centro il Grandissimo Appenninista Direttivo CLUB 2000M  e CAI AVEZZANO Francesco Mancini Coordinatore dell’evento, e l’Appenninista Trekking Italia Antonella Caiola

3 lettere rappresentate da una A sono i sentimenti di questa lunga giornata.

A come AMATRICE… A come AMORE per la montagna… A come AMICIZIA che unisce tutti noi.

Si ringraziano coloro che hanno partecipato sempre insieme, coloro che sono saliti da altri versanti, coloro che sono dovuti andare via prima, coloro che ci hanno raggiunto dopo, coloro che hanno aderito autonomamente.

Con la Guida del Presidente del Club 2000m Giuseppe Albrizio Accompagnatore Escursionistico Onorario del Club Alpino Italiano l’itinerario inizialmente volto al raggiungimento del Pelone Settentrionale ha visto anche una deviazione per Cima Lepri per realizzare una sorta di anello in quota con un percorso in tipico stile Appenninistico con quasi 20 Km e per un dislivello complessivo salita di oltre 1300m.

Un apprezzamento particolare va agli escursionisti provenienti da molto lontano che hanno fatto dai 500 ai 600 Km in auto per 6/7 ore fra andata e ritorno che vorremmo ringraziare uno ad uno ma che ci permettiamo possono essere rappresentati dal Rifugista PEPPE ARDENTE del Rifugio Fonte Tari’ di Lama dei Peligni sulla Majella.

FOTO3

(in foto: Il Coordinatore dell’evento Francesco Mancini con il Rifugista Peppe Ardente del Rifugio FONTE TARI’ da Lama dei Peligni sulla Majella)

Sulla Cima della verdissima Laga del Monte Pelone Settentrionale il brindisi di Vetta che il Coordinatore Francesco Mancini ha voluto dedicare anche agli assenti per infortunio e malattia, premiando con lo scudetto del Club in rappresentanza di tutti, il Grande Montanaro di Pizzoli de L’Aquila Francesco Zaccagno che così scrive “ Sono le piccole cose che avvicinano le persone, a volte un piccolo gesto racchiude un profondo significato “.

FOTO4

nella foto il brindisi di Vetta a quota 2057m del Monte Pelone Settentrionale sulla Laga: da sinistra il grande Montanaro de L’Aquila Francesco Zaccagno, Francesco Mancini ed il Presidente del Club 2000m Giuseppe Albrizio AE ONORARIO CAI (foto di Francesco Laurenzi)

Si ricorda che il prossimo appuntamento con il Club 2000m sarà la Serata Sociale del 23 Novembre 2019 con il CAI di SORA del Direttivo e AE SIMONA PROSPERI con la presentazione della Guida di LUIGI TASSI “ Il Gran Sasso e le Alte Cime “ che vede per la prima volta, su un importante libro di Montagna, il LOGO del Club 2000m, un paragrafo, i ringraziamenti e le Cime valide per l’albo.

Chiusura della giornata con Terzo Tempo ad Amatrice presso il ristorante LO SCOIATTOLO che ha riaperto per gustare la famosa amatriciana in allegria fino al crepuscolo della sera.

Fra i tanti pensieri ricevuti quello di LUCA FLAMINI Grandissimo Appenninista di Terni più di tutti identifica questo evento:

Grazie a tutti, ragazzi, per la splendida giornata di montagna e di amicizia. Un ringraziamento e un plauso speciale va a chi si è accollato 3 o 4 ore di macchina per esserci, a chi ha dovuto rinunciare a momenti con la propria famiglia, a chi ha sudato insieme a noi nonostante queste montagne le abbia già fatte e rifatte. Questo è lo spirito e la passione di chi ha capito cos’è e cosa rappresenta il Club 2000m, di chi ha dimostrato ieri di tenerci veramente.

FOTO5

(nella foto di Domenico Giovagnoli una parte del Gruppo rimasto a festeggiare fino alla fine sulla Cima del Monte Pelone Settentrionale)

Francesco Mancini 
Coordinatore Evento/Direttivo Club 2000m/CAI AVEZZANO

Quotidiano telematico 21 Maggio 2019

mountlive

6° Raduno del Club 2000 metri

“Amatrice è viva”

FOTO 1

L’entrata di Amatrice prima del terremoto

Domenica 26 Maggio 2019, con la speranza che il tempo possa essere di aiuto alla manifestazione, centinaia di escursionisti saliranno sulle creste del Parco Nazionale dei Monti della Laga in occasione del 6° Raduno in montagna del sodalizio che unisce coloro che hanno aderito al Progetto del Club 2000m.

Insieme al Presidente Giuseppe Albrizio (le mie passeggiate) e ai Direttivi Francesco Mancini  (esplorandox), Claudio Carusi e Livio Rolle, coordinati anche da Mauro Bondi Direttivo del CAI di Amatrice, l’ascesa prevede che l’itinerario si svolga da Macchie Piane di Sant’Angelo di Amatrice per raggiungere il Monte Pelone Settentrionale sempre che le condizioni meteorologiche, che perseguitano dall’inizio del mese di Maggio, lo permettano.

In caso di meteo incerto verrà stabilito un itinerario diverso per evitare lo spostamento o addirittura l’annullamento della Manifestazione.

FOTO 2

Il tracciato della possibile ascesa ideata da Giuseppe Albrizio

Ricordiamo che l’importante realtà Appenninica del Club 2000m, che vede più di 1000 iscritti, ha l’obiettivo di raggiungere tutte le 243 Cime riconosciute nell’elenco ufficiale situate fra i 2000m ed i quasi 3000m del Gran Sasso D’Italia di tutto l’Appennino, da quello Tosco-Emiliano fino a quello Calabro-Lucano, senza dimenticare quelle che si trovano fra Umbria, Marche, Abruzzo, Lazio e Molise.

Presenti oltre agli iscritti del Club anche esponenti del CAI di tante sezioni del Centro Italia, Il Gruppo dei Folletti del Morrone di Giorgio Monacelli e Licio Capone, il Gruppo ZIS Zaini in Spalla di Marco Mampieri e Alba pacifici, il Gruppo Escursionamoci dell’ AE CAI Sora Simona Prosperi, l’A.s.d. Caminando en Grupo di Sandro Porretta e Daniela De Gioannis, il Gruppo GEB di Maurizio Cianfarani, gli “ Amici di Monte Ruazzo “ di Vincenzo Maggiacomo, e l’Associazione meteo CAPUT FIRGORIS di Thomas Di Fiore  e tanti altri amanti della montagna.

FOTO 3

Franco Tanzi Presidente del CAI di Amatrice insieme a Giuseppe Albrizio Presidente del CLUB 2000M e AE Onorario del Club Alpino Italiano sul Monte Pozzoni dei Monti Reatini

Ma lo scopo del raduno del 26 maggio non è solo quello di permettere agli iscritti di vivere la montagna tutti insieme per festeggiare, rivedersi o finalmente conoscersi dal vivo ma soprattutto realizzare con la propria presenza le parole di Franco Tanzi, Presidente del Club Alpino Italiano di Amatrice, che il 17 Giugno del 2107 nel giorno del suo insediamento così disse:

Ho ereditato da Marco Salvetta un prezioso testimone che è quello di guidare un gruppo di amici ma da solo non sarà possibile. Perciò ritengo sia necessario coinvolgere la maggior parte dei soci per dare vita ad un progetto comune mirato soprattutto alla rinascita dei nostri territori così feriti e, nonostante tutto, così belli con tante attrattive da scoprire.

FOTO 4

Il CAI di Amatrice in una foto di repertorio (Da sinistra si riconoscono Paolo Demofonte Segretario, Marco Salvetta Past President e Franco Tanzi Presidente in carica)

Purtroppo, a distanza di circa dieci mesi dal tragico evento che ha stravolto la nostra terra, le istituzioni trovano difficoltà nell’impedire il lento spopolamento delle genti che amano questo stupendo lembo dell’Italia centrale. Ed allora l’appello che rivolgo a tutti i soci e agli amanti della montagna è quello di esserci vicini affinché l’attuale consiglio direttivo non perda di vista l’azimut di sodalizio e solidarietà che ci condurrà, tutti insieme, alla ricostruzione delle case e dei cuori.

Nel rapporto di amicizia che mi lega e lega il Club 2000m a Franco Tanzi abbiamo aspettato 2 anni per permettere l’inserimento di questa uscita nel calendario sezionale del CAI di Amatrice e Intersezionale di altri Club Alpini Italiani proprio per rispondere con i fatti all’appello del Presidente del CAI di Amatrice.

La mia idea era quella di riportare tante persone, anche solo per 1 giorno, nelle zone colpite dal terremoto.

Così facendo si potranno far respirare le piccole e medie attività commerciali che potranno usufruire della visita di numerosi Escursionisti, Appenninisti, Alpinisti previsti prima, durante e dopo la manifestazione.

FOTO 5

Franco Tanzi Presidente del CAI di Amatrice con il Grandissimo Appenninista e Direttivo CLUB 2000M insieme a Pizzo di Sevo nel Parco Nazionale dei Monti della Laga

Alla fine dell’escursione ci sarà un “Terzo Tempo“ da stabilire in loco al momento in base ai presenti aderenti per chi avrà piacere di concludere in bellezza la giornata.

Tutti ad Amatrice…perché Amatrice è viva !!!

FOTO COPERTINA

Francesco Mancini
Direttivo CLUB 2000m/CAI Avezzano 

RRTREK RIFUGIO ROMA

La Montagna, il Club 2000m e Kalipé MountainLove

locandina

14 Marzo 2019 - RRTREK RIFUGIO ROMA - Unaserata dedicata alla Montagna ma soprattutto all'amicizia che nasce grazie alle Montagne del Club 2000m come il viaggio notturno di 420 Km che la Mitica Mimma De Felicis ha affrontato come anche le 2 di notte che ha fatto Lorenzo Imbimbo perfezionando il mio nuovo FILM fotografico proiettato per l'occasione. Questo è il Club 2000m. Quando un rappresentante del C.A.I. di Roma mi ha fatto i complimenti affermando che il film " Il meraviglioso progetto del Club 2000m " dovrebbe essere proiettato dappertutto per far capire tante cose a molte realtà capisci che l'impegno che spendi per far conoscere meglio la montagna Appenninica non è andato invano. Grazie ai tanti presenti ma soprattutto a colui che più di 25 anni fa mi iniziò alla montagna: Pietro Negri.

Il 14 Marzo 2019 presso la Sala Convegni del RIFUGIO ROMA RRTREK si è svolto l’incontro dedicato alla forte realtà di montagna chiamata Club 2000m.

Artefici dell’evento sono stati DAVID CIFERRI titolare del negozio di montagna e SILVIA MUZIO e MICHELA DI PAOLO di KALIPE’ MountainLove.

A nome personale, del Presidente Giuseppe ALBRIZIO e del Direttivo tutto, sono a ringraziare RRTREK RIFUGIO ROMA per lo spazio che ha concesso affinché gli orizzonti di montagna si possano allargare e condividere con tutti coloro che amano la natura.

La passione per la montagna ed in particolare per l’Appennino è alla base della costituzione, il 2 luglio 2007, del Club 2000m da parte di tre amici e grandi Trekker, Giuseppe Albrizio (Presidente), Claudio Carusi (Segretario) e Livio Rolle (Administrator del Sito) a cui successivamente si è aggiunto in questa cordata il Grandissimo Appenninista Francesco Mancini.

Il Club 2000m ha l’obiettivo di salire su tutte le montagne censite in un elenco ufficiale riconosciuto dai CAI del centro Italia situate fra i 2000m ed i quasi 3000m del Gran Sasso d’Italia di tutta la dorsale dell’Appennino, da quello Tosco-Emiliano a quello Calabro-Lucano passando anche per Umbria-Marche-Lazio-Abruzzo e Molise per stimolare gli escursionisti che le frequentano a conoscerle sempre meglio raggiungendo cime meno note, ad individuare nuovi percorsi, e a condividere con altri amici appassionati “ Appenninisti “ la bellezza dei luoghi, le vie di salita e gli itinerari individuati.

Nell’elenco ufficiale dei 2000 metri dell’Appennino il Club offre la possibilità di spuntare su una scheda personale le montagne raggiunte, in una sorta di grande diario comune e di confrontarsi con gli altri in un albo, che ha il solo scopo di incitare ad uscire dai percorsi più battuti, senza alcun spirito agonistico ma solo esplorativo.

Questo evento ha permesso di raccontare tutto questo dal vivo con una serata di natura sociale-culturale e con proiezioni e relazioni su questo mondo.

Erano i primi Anni 90 quando iniziava in me la passione per la montagna.

Di certo non era vissuta come nel mio ultimo decennio tuttavia mi avvicinavo a questo mondo con tutta la curiosità possibile soprattutto in virtù del fatto che, non esistendo Internet, tutto quello che si poteva sapere su questo mondo era vivere intensamente le persone molto più esperte di te e cercare di partecipare ai rarissimi se non unici eventi di montagna organizzati a Roma.

Non erano presenti tutte le Associazioni sorte successivamente e non esistevano di certo i Social che permettono ora di vivere quotidianamente gli interessi che ci appassionano.

Quindi dove potevi andare per parlare di montagna e confrontarti con qualcuno se non al C.A.I. e nei pochissimi negozi dove incontrare qualcuno che vendeva di montagna e quindi che parlava la stessa lingua.

Così ho conosciuto quello che tanti anni fa era un piccolo negozio chiamato RRTREK.

Li potevi trovare quello che cercavi sia a livello informativo che per quanto riguarda l’attrezzatura.

Un ragazzo di nome DAVID non credo che potesse immaginare tutto quello che poi ha saputo costruire ingrandendo sempre di più i locali tanto da poterli anche adibire come avviene ora a momenti di ritrovo per partecipazione e divulgazione.

Sorrido al fatto che il sottoscritto possa essere stato invitato a tenere una Serata in questo negozio dove Alpinisti di fama internazionale, ultimo tempo fa Marco Confortola con il Suoi 8000m, hanno parlato e parleranno in futuro.

Nella serata come Direttivo del Gruppo chiamato Club 2000m, ho parlato di come l’entusiasmo verso un innovativo e meraviglioso progetto di salire su tutte le Cime fra i 2000 ed i quasi 3000m del Gran Sasso D’Italia di tutta la dorsale Appenninica possa convogliare tante persone verso la montagna ma soprattutto verso l’amicizia che nasce con le montagne.

Proprio per questo motivo in primis non ho parole per colei che, più di tutte, mi ha sempre seguito e sostenuto con il Suo costante affetto per il lavoro che dedico al Club 2000m.

La Grandissima Appenninista oramai “ Mitica “ MIMMA DE FELICIS si è presentata a sorpresa direttamente dalla lontanissima ALBA ADRIATICA affrontando fra Andata e Ritorno un viaggio notturno di 420 Km.

Non dimenticherò mai quello che mi scrisse il 23 Novembre del 2016: “ Francesco, adoro il Tuo modo di essere così aperto, solare, diretto e cristallino, disponibile oltre misura e capace “.

Come dico sempre a volte non è la montagna di per se la cosa più bella vissuta in quella giornata dedicata ad essa ma l’averla salita con lo spirito e l’anima di altre persone nella condivisione della stessa straordinaria passione per la quale si fanno tanti sacrifici proprio come MIMMA DE FELICIS !!!

Inoltre voglio ringraziare l’Ing. Lorenzo Imbimbo  http://www.lorenzoimbimbo.com/ anche Guida STARTREKK che, non potendo presenziare anche oggi, ha donato una prova di affetto senza eguali inserendo nel nuovo Film “ IL MERAVIGLIOSO PROGETTO del CLUB 2000M “ tutte le didascalie con un montaggio innovativo lavorando fino alle 2 di notte.

Immensamente felice per la presenza di colui che nel lontano 1993 permise di salire sul mio primo 2000 dell’Appennino (ovviamente il più difficile per l’epoca tramite la Direttissima) come la Cima Occidentale del Corno Grande.

Mi auguro che il regalo all'Avv.to Pietro Negri, rappresentato dalla foto incorniciata di quel momento di più di 25 anni, fa possa fargli capire che nonostante i decenni la nostra amicizia è rimasta immutata.

Immancabili ad ogni evento personale e del Club 2000m il Presidente del Gruppo degli ZIS di Roma (ZAINI IN SPALLA) Marco Mampieri e la moglie Alba pacifici.

Direttamente dal Mar Tirreno una delegazione dei LUPI di MALAFEDE con il Grandissimo Appenninista compagno di tante avventure insieme Mirko Pastorehttp://ilpastorello.com/wordpress/?page_id=2

E il Grande Appenninista Gianpiero Tarquini che ho coinvolto con la Sua pazienza e signorilità a fare le foto per questa serata.

Molto gradita la presenza di Massimiliano Paiano che ancora non conoscevo dal vivo.

Andrea Colosimo fra i primi ad essere intervenuti spero abbia compreso il vero significato del Progetto del Club 2000m.

Il Grandissimo Appenninista Filippo Patelli e il Famoso Mauro Trechiodi mi vogliono bene per cui non potevano mancare.

Presenti 2 Mostri Sacri dell’Appennino come gli Alpinisti Angelo Monti e Giorgio Giua.

Accanto a loro il futuro della montagna con il più giovane Grandissimo Appenninista a soli 25 anni Francesco Belghazi.

La presenza di altri 2 Maestri dell’Appennino come Mauro Pancaldi http://maupanphoto.com/Marco Sances https://www.montinvisibili.it/ mi ha fatto grande onore.

Inaspettata la sempre Affascinante Maria Teofili AE CAI ANTRODOCO che è venuta appositamente per cercare di approfondire il nostro mondo.

Ho rivisto con tanto piacere 2 forti montanare come la bellissima Federica e la “ Rocciatrice “ Anita De Santis.

Non poteva mancare il mio nuovo amico di montagna ma soprattutto medico di fiducia per i miei problemi di natura ortopedica il Dott. Ivan Ricci Direttore Commerciale di ORTOPEDIA MANCINI http://www.ortopediamancini.it/

Grazie anche al Grande Presidente STARTREKK Pierluigi Picconi con il quale è nata una bella amicizia di montagna e di lavoro http://www.startrekk.it/

Anche se per poco tempo non sono voluti mancare il Fotografo Luigi Nespeca con il Suo Sentieri Musicali https://www.youtube.com/channel/UCLraP8aOT3wSMsv4oTBj_1Q  e Claudio Capodiferro Project Manager at Thales Alenia Space Italia ma soprattutto appassionato di montagna.

Mi scuso con i tanti presenti che non ho citato perché non li conoscevo ma in particolar modo con la persona che più di tutti si è complimentato con me in merito al FILM proiettato dicendo che tale ricostruzione fotografica andrebbe vista da tutti per capire molte cose del nostro Appennino.

Applausi al momento della consegna degli omaggi di ringraziamento del Club 2000m a David Ciferri e a Cristina Ottaviani che dedicano la loro vita a questa attività.

Il mazzo di rose donato a Silvia Muzio anche in rappresentanza di Michela Di Paolo è il minimo che potessi fare per 2 ragazze che come Accompagnatrici di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Regione Abruzzo hanno realizzato un incredibile Programma 2019 che vede presenti con RRTrek tutto quello che ruota nell’attuale mondo delle alte quote.

Grazie a tutti…La vita a volte è incredibilmente bella…quel ragazzo che veniva tanti anni fa per sapere di montagna oggi l’ha raccontata con gli stessi occhi pieni di entusiasmo verso quella droga chiamata Montagna.

Concludo ricordando l’immancabile appuntamento del Raduno in Montagna di Domenica 26 Maggio 2019 che si svolgerà sulle Cime della LAGA per aiutare AMATRICE e tutto il territorio martoriato dal recente terremoto.

Salewa-Club 2000m-CAI Colleferro

Valmontone Outlet

001

 la locandina

002b

la sala gremita

nota: il racconto è stato tratto dal blog Esplorandox di Francesco Mancini

2 Marzo 2019 SALEWA VALMONTONE OUTLET: Dedicare un pomeriggio del proprio tempo libero e fare decine e centinaia di Km per ascoltare Francesco Mancini e Giuseppe Albrizio rappresenta esattamente il pensiero di Simona Prosperi Direttivo e AE CAI Sora “ Chi ama la montagna, ama conoscere, capire, esplorare e condividere, queste le caratteristiche che distinguono i membri del Club 2000m. Raccontati 12 anni di Appenninismo, con parole, racconti, emozioni, foto, video e persone. SIAMO COLLEZIONISTI…ma di momenti indimenticabili !!! "

Il 2 Marzo 2019 presso la Sala Convegni del Valmontone Outlet si è svolto il convegno che la SALEWA del CENTRO ITALIA ha dedicato alla nuova e forte realtà di montagna chiamata Club 2000m.

Artefice dell’evento è stata Lucia Rossi Store Manager del SALEWA VALMONTONE OUTLET.

Era il 7 Aprile del 2018 quando ho conosciuto personalmente Lucia Rossi e neanche 1 anno dopo abbiamo organizzato insieme questo bel convegno.

Lucia Rossi peraltro ricopre dal 10 Marzo del 2017 anche un incarico importante come quello di componente del Consiglio Direttivo proprio del CAI di Colleferro.

Il 7 Aprile 2018 infatti la Sezione del Club Alpino Italiano mi aveva invitato a tenere, tramite la Super Segretaria Gianna Carpentieri, moglie anche del Vice Presidente Bruno Massimei(Direttore della Scuola Roccia), un evento presso la Sede per parlare del meraviglioso Progetto del Club 2000m.

Colgo l’occasione per ringraziare il Presidente Amedeo Mattia Parente che con fare deciso e perentorio si è imposto nei confronti di alcuni esponenti CAI poco propensi alla condivisione della grande passione della montagna tanto da rinnovare la collaborazione anche per questo nuovo incontro.

Da quel momento la nostra amicizia si è consolidata grazie anche a tanti cari amici in comune come Pietro Di Motta e Giuseppina Galatola importanti esponenti del Club Alpino Italiano ora a Colleferro.

Molti non sanno che SALEWA sta per “ Sattler, Leder e Waren, che vuol dire sellaio, cuoio e prodotti. La Salewa infatti, è nata a Bolzano e si è specializzata all’inizio nella produzione di cinghie di trasmissione in cuoio e finimenti per i cavalli.

Le origini del brand, anche terminologiche, non avrebbero mai fatto pensare che poi l’azienda Salewa diventasse leader nella produzione di attrezzature sportive da montagna.

A nome personale come organizzatore dell’evento di cui allego Locandina, del Presidente Giuseppe ALBRIZIO e del Direttivo tutto, sono a ringraziare la SALEWA per lo spazio che ha concesso affinché gli orizzonti di montagna si possano allargare e condividere con tutti coloro che amano la natura.

La passione per la montagna ed in particolare per l’Appennino è alla base della costituzione, il 2 luglio 2007, del Club 2000m da parte di tre amici e grandi Trekker, Giuseppe Albrizio(Presidente), Claudio Carusi (Segretario) e Livio Rolle (Administrator del Sito) a cui successivamente si è aggiunto in questa cordata il Grandissimo Appenninista Francesco Mancini.

Il Club 2000m ha l’obiettivo di salire su tutte le montagne censite in un elenco ufficiale riconosciuto dai CAI del centro Italia situate fra i 2000m ed i quasi 3000m del Gran Sasso d’Italia di tutta la dorsale dell’Appennino, da quello Tosco-Emiliano a quello Calabro-Lucano passando anche per Umbria-Marche-Lazio-Abruzzo e Molise per stimolare gli escursionisti che le frequentano a conoscerle sempre meglio raggiungendo cime meno note, ad individuare nuovi percorsi, e a condividere con altri amici appassionati “ Appenninisti “ la bellezza dei luoghi, le vie di salita e gli itinerari individuati.

Nell’elenco ufficiale dei 2000 metri dell’Appennino il Club offre la possibilità di spuntare su una scheda personale le montagne raggiunte, in una sorta di grande diario comune e di confrontarsi con gli altri in un albo, che ha il solo scopo di incitare ad uscire dai percorsi più battuti, senza alcun spirito agonistico ma solo esplorativo.

Questo evento ha permesso di raccontare tutto questo dal vivo quindi un pomeriggio di natura sociale e culturale con proiezioni e relazioni su questo mondo.

La Serata è arricchita dalla presenza di Giuseppe Albrizio Presidente del Club 2000m che ricordiamo è stato insignito dal CAI NAZIONALE CENTRALE di una speciale onorificenza.

Il 3 Ottobre del 2017 ha ricevuto il titolo di Accompagnatore Escursionistico Onorario.

Tale riconoscimento è stato concesso in via del tutto eccezionale poiché riservato solo ai Soci del Club Alpino Italiano che in uno specifico settore abbiano svolto attività significative e si siano particolarmente distinti. http://www.lemiepasseggiate.it/

Devo ringraziare in primis colui che ha permesso la perfetta realizzazione di questo pomeriggio dedicando anima e cuore, nonostante non sia un montanaro, al perfezionamento di tutto l’impianto tecnico audio e video che nel pomeriggio precedente la manifestazione ha presentato notevoli problemi da risolvere.

Enzo Pellegrini ha lavorato fino a sera per risistemare e ricollegare tutto l’impianto ex novo affinché tutto potesse svolgersi nel migliore dei modi.

Esempio di prova di amicizia e di affetto nei nostri confronti tanto che a cena poi siamo stati insieme.

Immancabili ad ogni evento del Club 2000m il Presidente del Gruppo degli ZIS di Roma (ZAINI IN SPALLA) Marco Mampieri e la moglie Alba Pacifici ed il Vice Presidente Massimiliano Carnali.

Direttamente dl mare di Anzio il fortissimo Massimo Patacchiola che non è riuscito a portare il Poeta del Club 2000m Roberto Margotta a cui comunque è stato dedicato un momento importante dell’evento.

Molto gradita la presenza di colui che si dedica principalmente all’alpinismo Valerio Rossano con la Sua Romina Renzi.

Il ritorno di Giovanni Morelli fra i primi ad essere intervenuti spero sia il LA per un suo ritorno più forte sulle Cime del Club 2000m dopo un periodo di allontanamento.

Paolo Giovannangeli e Francesco Di Dio (AE CAI LATINA) mi vogliono bene per cui non potevano mancare.

Il quasi Grandissimo Appenninista Andrea Cappadozzi con la moglie e Fabio Ottaviani con la moglie hanno anche approfittato del gradito omaggio della SALEWA facendo acquisti importanti.

La Grande Appenninista del CAI di CASSINO Rossana Ciummo con il Marito Fabrizio sono venuti da lontano.

L’affetto che ho per il Divulgatore Culturale e Scientifico del Club 2000m Luciano Grassi con la moglie è tale che per ringraziarlo della Sua presenza gli ho regalato la importante rivista meteo MIMBUS altra sua grande passione.

Inaspettata la presenza di Benedetta Siniscalchi che è venuta appositamente per cercare di capire meglio il Club 2000m.

Ho conosciuto i forti Alberta Celletti con il marito Dante Evangelisti.

Ho rivisto i Cari Alessandra Vecchioni con il marito Marco Geusa Guida TREKKING ITALIA.

Non potevano mancare la banda del CAI di COLLEFERRO Pietro Di Motta con la moglie Giuseppina Galatola, il “ Mostruoso “ Massimo Baroni con Massimiliano Cecconi e la bellissima Floriana Gabrielli.

Ho conosciuto anche le belle Anna Lisa Falcone e Letizia Torroni.

Giunto da Roma anche il mio Lorenzo Imbimbo Guida STARTREKK che con la sua competenza informatica è sempre pronto ad aiutarmi con suggerimenti fondamentali.

Spero un giorno di conoscere meglio GIUS EL altresì Giuseppe Mele.

Antonella Caiola con Roberto Vari e Debora Del Ferraro hanno un posto speciale nel mio cuore.

Patrick Tatangelo con Gianna Mizzoni ed il Marito Alfredo Venditti tutti del CAI di Sora uniscono simpatia e forza nell’andar per montagne.

Un grazie particolare a Dana Namastè che nonostante la giornata impegnativa è intervenuta lo stesso con la modella sportiva Maika Locorriere e al Carissimo Daniele Mariani che anche per poco non è voluto mancare dimostrando il Suo affetto particolare nei miei confronti.

Spero inoltre che tutti i presenti che non conoscevo e che non ho citato abbiamo passato un bel momento di montagna.

L’evento non poteva non cominciare con una dedica ed il ricordo dell’Alpinista Daniele Nardi che non lontano da Valmontone ha cominciato la sua carriera alpinistica.

Iniziale intervento del Presidente del CAI di Colleferro Amedeo Mattia Parente che ha ricordato l’importanza della sicurezza in montagna con tutte le iniziative svolte dal CAI su questi aspetti.

Sono felice perché la presenza di Amedeo Mattia Parente a questo evento è stata beneaugurante in quanto aveva da poco presentato la candidatura come Presidente anche del CAI REGIONE LAZIO che poi ha concluso da vincitore e per questo motivo rinnoviamo ad Amedeo tutte i Complimenti per il futuro.

Le foto della Grandissima Appenninista Teresa Beccarini che vedrete insieme a quelle del sottoscritto hanno incorniciato tutto l’evento sia prima che dopo l’intervento del Presidente del Club 2000m Giuseppe Albrizio che ha illustrato ai presenti sulla nascita di questo meraviglioso Progetto e Gruppo.

Il Direttivo e Grandissimo Appenninista Francesco Mancini ha poi condotto il resto del pomeriggio con racconti, foto e filmati con l’anteprima del nuovo FILM “ IL MERAVIGLIOSO PROGETTO del CLUB 2000M “.

Applausi al momento della consegna degli omaggi di ringraziamento del Club 2000m a Lucia Rossi con un mazzo di rose e con il quadro incorniciato della Locandina dell’Evento anche ad Amedeo Mattia Parente così da ricordare per sempre questo bel momento di montagna.

Con la importante presenza del Direttivo e AE CAI SORA Simona Prosperi si è dato annuncio ufficiale della prossima Serata Sociale del Club 2000m in collaborazione con il CAI di SORA probabilmente Sabato 23 Novembre 2019.

Concludo proprio con le parole di Simona Prosperi che più di tutti ha saputo comprendere il messaggio ed il vero significato del nostro movimento “ Chi ama la montagna, ama conoscere, capire, esplorare e condividere, queste le caratteristiche che distinguono i membri del Club 2000m. Raccontati 12 anni di Appenninismo, con parole, racconti, emozioni, foto, video e persone. SIAMO COLLEZIONISTI…ma di momenti indimenticabili !!! "

Immancabile l'appuntamento del Raduno in Montagna di Domenica 26 Maggio 2019 che si svolgerà sulle Cime della LAGA per aiutare AMATRICE e tutto il territorio martoriato dal recente terremoto.

W il Club 2000m !!! W il CAI  !!! W la Montagna  !!!

Pagina 2 di 8

Newsletter

Se non ti vuoi iscrivere al Club ma vuoi comunque rimanere informato delle novità. Iscriviti alla Newsletter.
Saremo discreti e rispettermo la tua privacy.

Menu Utente

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo