NEWS N.65 del 25 ottobre 2016

--
--

Notizie di montagna dal Club 2000m (a cura del Grande Appenninista Francesco MANCINI Componente del Consiglio Direttivo)

---

OTTAVA SERATA SOCIALE CLUB 2000M


 SABATO 3 DICEMBRE 2016   ORE 16.30




DORMIRE A ROMA PER L'EVENTO



Per tutti coloro che venendo da fuori Regione vogliono approffitare per visitare Roma oppure vogliono godersi la cena tranquillamente senza affrettarsi a ripartire, informo che sono riuscito a trovare una pensione a basso costo per una città dal target di Roma.

Con soli 35 Euro a persona a notte con bagno in camera e colazione compresa, prevalentemente con stanze per 2 persone, una struttura religiosa elegante situata in Monteverde Vecchio a pochissimi metri dal Teatro e dal Ristorante Vi aspetta senza peraltro problemi di orario di entrata per la notte.

AffrettateVi a prenotare la stanza perchè non ce ne sono molte.

La prenotazione fa effettuata direttamente a Francesco MANCINI scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 





CENA SOCIALE DOPO L'EVENTO




Siete tutti invitati (anche i Vostri amici e simpatizzanti) previa prenotazione e pagamento obbligatorio anticipato alla cena che si svolgerà a pochi passi dal Teatro Regina Pacis.

Senza riprendere l'auto in pochi minuti arriverete al Ristorante " 4 Venti " in Piazzale di Quattro Venti (Roma Monteverde).




Costo Cena 22 Euro.

Per la Prenotazione ed il pagamento tramite bonifico (da effettuare entro Mercoledì 23 Novembre 2016) scrivere a Francesco MANCINI Organizzatore dell'Evento alla seguente casella di posta elettronica:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


La cena prevede il seguente MENU:
 
Amatriciana


Arrosto di Vitello

Patate al forno

Tiramisù

Acqua + 1 calice di vino o 1 birra piccola

Pane e Coperto



PRIMO CONCORSO FOTOGRAFICO CLUB 2000M

Altra novità della Serata Sociale sarà la Premiazione del 1° CONTEST FOTOGRAFICO del Club 2000m.
 

Insieme al Direttore del Quotidiano Online MOUNT LIVE abbiamo realizzato, con la benedizione del Direttivo del Club 2000m, la bellissima idea di un Concorso Fotografico inerente le nostre montagne Appenniniche laddove queste vi abbiano permesso di realizzare uno scatto che raffiguri la MONTAGNA VISIONARIA.


 
Immagini cioè che raccontino aspetti particolari e inusuali della montagna, come una pietra o il profilo di una cresta oppure delle nuvole sulle montagne e tanto altro, dalle forme inusuali o che rappresentino immagini particolari, creative, innovative.

 
Al concorso sono ammessi solo gli iscritti del club e ciascun partecipante potrà inviare 1 sola foto in formato digitale indicativamente  jpg 150 dpi. al seguente indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Le Foto vanno spedite dal 15 Ottobre 2016 al 15 Novembre 2016 e saranno esaminate da una Giuria presieduta da Claudio CARUSI come rappresentante del Direttivo del Club 2000m oltre alla competenza fotografica dell’Alpinista Angelo MONTI, dal fotografo naturalista Aldo FREZZA, del giornalista di montagna Alberto OSTI GUERRAZZI e dalla nostra iscritta ma anche fotografa Alessandra MARTELLA.
 
La caratteristica di questo concorso è che la visibilità delle foto non si limiterà alla Serata Sociale del 3 Dicembre, ma grazie al Quotidiano Online MOUNT LIVE, molte foto verranno subito pubblicate sul Web e sui Social sia del Club 2000m che dello stesso Quotidiano Informatico affinchè anche il pubblico possa esprimere delle valutazioni spontanee.
 
Durante la Serata Sociale verranno comunque visti gli scatti finalisti e successivamente premiato con una TARGA RICORDO , sponsorizzata dalla Casa Editrice IL LUPO, il nostro Iscritto che ha realizzato lo scatto fotografico più bello e attinente al tema proposto. 



 
     
PRENOTAZIONE SCUDETTI ESTIVI ED INVERNALI PER LE PREMIAZIONI

  
Con grande piacere il Club 2000m presenta il nuovo Scudetto delle Cime Invernali tanto atteso e che spero riscuotera' successo nelle Vostre prenotazioni viste le continue richieste.
 
 Ringrazio il Presidente Giuseppe Albrizio e Cleverson Ferrara (appassionato escursionista) della Provincia di Napoli che si sono adoperati per la realizzazione del progetto grafico dello Scudetto che ricordo prevede il raggiungimento delle Cime nella Lista Invernale ideata dall'Alpinista Cristiano IURISCI.
 
 Gli scudetti sono da 25 CIME - 50 CIME - 100 CIME - 200 CIME - TUTTE le CIME, chiedere informazioni scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  Preventivamente Vi avvertiamo che la commercializzazione potrà avvenire solo se ci sarà un alto numero di richieste altrimenti purtroppo per esigenze di natura commerciale il Progetto non potrà andare in porto.


 
 Gli Scudetti verranno consegnati ufficialmente durante la Premiazione delle Cime nel corso della OTTAVA SERATA SOCIALE DEL CLUB 2000M che si svolgerà a Roma SABATO 3 DICEMBRE 2016 alle ore 16.30.

 

Vi ricordo che potete ordinare contemporaneamente a quelli invernali anche gli scudetti "originali" SOCIO APPENNINISTA - 50 CIME - 100 CIME - 200 CIME - TUTTE le CIME chiedendo informazioni allo stesso indirizzo sopra specificato.
 



 

il club 2000m sul quotidiano " Il messaggero " di roma



Voglio ringraziare a nome del Club 2000m Stefano Ardito  perché con lo scambio di informazioni avvenute tempo addietro con colui che Vi scrive ha permesso, con la Sua sapiente penna, la pubblicazione di questo significativo articolo sulla nostra realtà.



Felicitazioni al Presidente Giuseppe Albrizio, ad Alberto Osti Guerrazzi e a Claudio Cecilia che vedono riconosciuti i loro indubbi meriti di proselitismo del nostro Appennino.


http://www.club2000m.it/images/stories/Articolo_di_Stefano_Ardito_Messaggero/001b.JPG


LE 50 CIME DI ANDREA MACCIONI

La copertina di questa settimana è dedicata ad Andrea MACCIONI di Roma che il 16 ottobre 2016 a quota 2348m del Monte Sirente ha realizzato il Suo primo numero importante.





Ho avuto il piacere di conoscere Andrea MACCIONI in occasione del Raduno che ho organizzato il 10 Luglio 2016 sul Monte Velino.

Fin da subito è nata con Andrea una sintonia che mi ha portato a coinvolgerlo nel viaggio per il Pollino-Sirino che ho realizzato in Agosto.

E’ sempre rischioso portare delle persone che non conosci in maniera approfondita per affrontare viaggi e ascese in montagna impegnative tuttavia Andrea mi ha ispirato quella certezza di comportamenti  che non è da tutti.

Nonostante la Sua giovane età dimostra una esperienza e capacità di montagna di molto superiore frutto di anni  di montagna che, fin da giovanissimo, lo hanno portato sulle Cime del Parco Nazionale D’Abruzzo Suo luogo di iniziazione e di residenza anche attuale nei momenti di libertà.

L’intelligenza di Andrea è stata quella di capire il significato del progetto del Club 2000m cosa che lo ha portato ad inserirsi con immediatezza nei meccanismi del Club e a conoscere tanti nuovi amici di montagna.

Una delle caratteristiche più peculiari è la Sua serietà sicuramente nata da una serie di situazioni di vita che lo hanno fatto maturare prima del tempo.

Sono certo che Andrea rappresenterà nel futuro un punto di riferimento per molte persone sia fuori che dentro al Club 2000m.

Nel frattempo godiamoci le Sue parole per i festeggiamenti delle 50 Cime.


 " LA 50a CIMA: IL MONTE SIRENTE, M2348s.l.m. – Finalmente è arrivato il momento di festeggiare la tanto desiderata ascesa alla mia cinquantesima cima ufficiale sopra i 2000 metri dell’Appennino.

Se c'è una cosa che la montagna mi ha insegnato è a non dare mai nulla per scontato, meno che mai i traguardi raggiunti e le persone che ti apprezzano. È con questo entusiasmo che posso dire di aver avuto il più bel festeggiamento che avrei mai potuto desiderare, più numeroso e caloroso che mai. Ho sempre pensato che i traguardi vadano onorati cercando di superare sé stessi e i propri limiti, e che pertanto una cima come la cinquantesima non poteva essere certo da meno: me la immaginavo scelta tra le più ostiche dell’Appennino, magari affrontata in condizioni meteo avverse oppure come parte di una duro concatenamento..



Chi vede la montagna come una sfida mi può capire, “noi non siamo persone normali”, dicevamo spesso durante la spedizione al Pollino.

Ironia del destino, nessuno di questi propositi ha avuto importanza alcuna nella scelta della cinquantesima, l'unico criterio seguito è stato quello esclusivamente emotivo ad avermi portato a scegliere il Sirente e la successiva esplorazione della cresta sud-est.



Non posso non ringraziare in primis il gruppo dei Draghi della Montagna, di cui sono orgogliosamente membro, per aver deciso di condividere con me questo traguardo, nelle persone di Luca Flamini, Alessandro Bassotti e Mimmo. Ha pesato l'assenza di Giacomo Dominici, ma recupereremo. Grazie anche a Monica Cerasari che si è messa in gioco in un'escursione non certo leggera.



IN FOTO: Con Luca FLAMINI il Fondatore dei DRAGHI

Un ringraziamento a parte va proprio a Luca, oramai più un amico che un compagno di montagna, che più di tutti ho desiderato avere al mio fianco in una giornata tanto importante. Da segnalare anche la partecipazione straordinaria di Diego Rossi, che ha voluto essere presente e che mi ha accompagnato fino alla fine, ricostituendo il duo che si era trovato per la prima volta al Raduno condividendo la dura ascesa tra Sevice, Costognillo e Velino.

Voglio ringraziare una persona che purtroppo non ha potuto essere presente, ma per me talmente importante che è come se ci fosse stata e cioè l'insostituibile Francesco Mancini, con cui so per certo che ci siamo pensati ad ogni passo.



Sono rimasto commosso dall'accoglienza e dall'affetto degli ZIS, incontrati casualmente sulla via per il Monte Etra, che ci hanno offerto un bel caffè, dei dolcetti fatti in casa e tante risate.

In particolare, ringrazio Marco Mampieri, per cui provo davvero una profonda stima e con cui spero di organizzare presto un'uscita, la straordinaria Alba Pacifici, nonché tutti gli altri partecipanti, tra cui diversi membri del Club già conosciuti precedentemente al Raduno.



IN FOTO: Solitaria sul bordo del cratere centrale dell'Etna 3343m

Voglio ringraziare anche Iurisci Cristiano, per avermi aperto gli occhi sulla complessa orografia della cresta del Sirente, offrendomene con i suoi consigli una visione davvero esaustiva, nonché suo fratello Gianluca, incontrato e conosciuto casualmente sulla vetta del Sirente, dove si trovava insieme al CAI di Lanciano.



È stato incredibile trovarsi in cima così numerosi, sono rimasto affascinato dalla coesione e dal senso di appartenenza dei loro iscritti, ho sentito dire che tra di loro "tutte le fatiche diventano gioie" ed è verissimo.

Sono felice di averne conosciuto il vicepresidente Massimiliano Iacobitti, con cui spero di organizzare presto un'uscita, il membro del Club Tommaso Mele che mi ha anche scattato alcune foto stupende, Fabio Sireni, nonché tutti gli altri soci che hanno condiviso con noi i festeggiamenti, il brindisi e le foto di gruppo.

Vorrei nominare tante altre persone che ho incontrato ma di cui onestamente non ricordo i nomi. Impossibile non citare Giuseppe Albrizio, senza il quale a quest'ora non avrei avuto così tanto da festeggiare e soprattutto non avrei conosciuto nessuno di voi.



Ringrazio anche tutti quelli che non ho mai avuto il piacere di conoscere di persona ma che non hanno mai smesso di supportarmi con le loro parole e la loro presenza come Alessandro Cianforlini, Francesco Laurenzi, Filippo Patelli, Rita Stutz, Gianpaolo Wolf,Sevice Velino, Giulia Iris La Magna, Umberto Piotto, Marco Passo Ables,Andrea Cappadozzi, Luciano Grassi, Morani Riccardo, Stefano Giuliani Trek, Riccardo Ric Porretta, Stefano Ardito e tantissimi altri che dovrei citare, nonché Claudio Carusi e Roberta Capannolo.



GRAZIE !!! "






INCONTRI FRA APPENNINISTI




Oramai tutte le settimane continuano gli incontri fra Appenninisti segno di una unione d'intenti che va al di la della montagna.

In foto la festa delle 50 Cime di Sonia GAGLIARDE che ha visto la partecipazione di 2 pezzi da 90 del Club 2000m come i Grandissimi Appenninisti Michele TAGLIACOZZO e Mauro PANCALDI.



 IL GRANDE RITORNO DI MONTAGNE IN CITTA' 

Roma - Auditorium del Seraphicum, 8 / 11 novembre 2016



Direttamente dagli organizzatori la presentazione di questo gradito ritorno.

Montagne in Città è il nome dello storico festival della Montagna di Roma; nato nel 1993, da un idea del giornalista e viaggiatore Fabrizio Ardito, per 12 anni e fino al 2005 ha offerto ai romani film di montagna ed eventi, presentazione di libri, incontri con i protagonisti dell’alpinismo e del mondo dell’avventura e dell’outdoor. Negli anni sono intervenuti grandi personaggi come Moro, Maestri, Manolo,  Diemberger, Nives Meroi e molti altri.

Purtroppo, dopo l’edizione del 2005, per problemi di finanziamento il festival è stato sospeso.

Non si interrompeva però la passione dei romani per la montagna. Lo dimostrano le tante associazioni escursionistiche presenti nella capitale, gli oltre 3300 soci della sezione locale del Cai (la più numerosa e importante dell’Italia peninsulare); più di recente, il boom delle palestre di arrampicata (oggi 15 in tutta Roma e con una frequentazione in crescita costante) e delle nuove forme di trekking, quali il trekking urbano e i cammini. In ragione di tutto ciò è sembrato indispensabile riproporre un festival della montagna a Roma.

Torna quindi dopo 10 anni Montagne in Città: torna perché riproporre un festival della montagna a Roma significa riempire un vuoto che dura da troppi anni. Quanto questo vuoto fosse sentito lo ha dimostrato nel novembre del 2015 un’edizione pilota tenutasi in tre serate presso la sala convegni di RRTREK, il più noto e importante negozio di montagna di Roma: in tutte e tre le serate la sala non è stata sufficiente a contenere il pubblico convenuto. Fatto che ha convinto gli organizzatori a proporre un evento più strutturato per il 2016. Il festival MONTAGNE IN CITTA’, che si terrà a Roma presso l’auditorium del Seraphicum dal 8 al 11 novembre 2016, si propone quindi di rilanciare un’iniziativa che possa offrire ai tantissimi appassionati un’occasione per vivere e discutere della loro passione, con quattro giornate di proiezioni e incontri nel mondo della montagna, della natura e dell’avventura. Si inizia l’8/11, con l’arrampicata e Stefan Glowacz; il 9 è dedicato ai cammini, con F. Ardito e L. Gianotti, il 10 allo sci, con il grande telemarker G. Daidola; la chiusura è dedicata alle alte quote, con Tamara Lunger. Oltre al supporto di numerosi brand del settore (a cominciare dalla statunitense Gore-tex) il festival si avvale del supporto del più antico e blasonato festival del film di montagna del mondo, il Festival di Trento.

Tra gli eventi nel programma, la presentazione del progetto Casa della Montagna di Amatrice, a cura del CAI Lazio, con una spaghettata (ovviamente all’amatriciana) il cui ricavato sarà devoluto al progetto. E una serata in ricordo di Roberto Iannilli, il grande alpinista del Gran Sasso recentemente scomparso. Tra gli eventi collaterali: una giornata di arrampicata in una palestra di Roma con il famoso alpinista e arrampicatore Stefan Glowacz, una camminata sull’ultimo tratto della Francigena nord e un convegno dal titolo “L’altra neve: alternative per un turismo invernale sostenibile”.

Per informazioni particolareggiate sull’evento e sul programma www.montagneincitta.it

Contatto diretto: Fabrizio Ardito - phone: 06 5815512 mobile: 349 0640812
Segreteria Organizzativa: Alberto Osti Guerrazzi– mobile: 347 0926142




CAI RIETI



Con grande piacere pubblico l'invito e il Comunicato Stampa della mia Cara Amica Ines MILLESIMI in merito alla bella serata organizzata dal CAI di Rieti.


Esiste una vita da rifugista? Il 4 novembre alle ore 21  la sezione del CAI ha il grande piacere di ospitare per il settimo appuntamento di Montagne nel cuore un alpinista molto apprezzato e noto, Luca Mazzoleni, storico gestore del Rifugio Franchetti sul Gran Sasso, esperto scialpinista e punto di riferimento per chi frequenta il Piccolo Tibet abruzzese.

Presenterà per la prima volta in assoluto un nuovo video e ci racconterà un po' della sua vita: in estate al rifugio, in inverno a Pietracamela o in giro per montagne con il cane e gli amici.

Luca Mazzoleni è nato a Roma e da anni vive a Pietracamela (TE) alle pendici del Gran Sasso. Iscritto alla sezione romana del Club Alpino Italiano nel 1977, nel 2008 è tra i fondatori della Sottosezione CAI di Pietracamela (Sezione di Isola del Gran Sasso).

Dal 1982 al 1987 è stato gestore del rifugio Duca degli Abruzzi al Gran Sasso. Dal 1988 gestisce ancora, con la stessa passione, il rifugio Carlo Franchetti. Dal 1994 al 2006 ha fatto parte del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico del CAI, quale volontario della stazione di Teramo e tecnico di elisoccorso. E’ autore della guida “La montagna incantata, 204 itinerari di scialpinismo nell’Appennino Centrale”, Porzi Editoriali 2004. Dal 2005 organizza insieme ad Angelo Grilli i “Raduni scialpinistici dell’Appennino Centrale”, manifestazioni non competitive con la finalità di promuovere l’attività scialpinistica nell’Italia Centrale.

Di recente ha scritto la nuova guida all' '"Alta Via Scialpinistica dell'Appennino Centrale", che ha generosamente messo a disposizione per la raccolta fondi destinata ad Amatrice durante il Festival della Montagna a L'Aquila. Serata speciale quindi da non mancare. Tutti invitati, ingresso libero. 


 
---

VARIE INTERESSANTI DI MONTAGNA



 








 
Follow us | facebooktwitterpinterestrss
--
--
Powered by AcyMailing