Club 2000m

Club Collezionisti Cime dell'Appennino

facebook

Foto

Foto (78)

Il Club 2000m. invita a descrivere escursioni e itinerari vissuti sulle montagne dell'Appennino. I racconti  sono organizzati per gruppi montuosi:

  • Pollino
  • App. Lagonegrese
  • App. Tosco-Emiliano
  • Gran Sasso
  • Laga
  • Maiella
  • Matese
  • Parco naz. Abruzzo, Lazio, Molise
  • Reatini
  • Sibillini
  • Simbruini-Ernici
  • Velino-Sirente

Invia il racconto della tua escursione, non ancora presente tra quelle pubblicate o effettuata in una stagione diversa a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nell'oggetto: Escursione. Accompagnala con qualche foto che ritieni interessante per illustrare il percorso o punti di attrazione. Il Club si riserva di scegliere tra le foto inviate quelle da pubblicare.

Ecco i Vs. racconti:

Nestore Fiorletta1 sul Monte Bianco 

Un sogno realizzato dall'alpinista Nestore Fiorletta:

Monte Bianco mt. 4810 il 16 giugno 2018.
"Se sono arrivato fin quassù è anche grazie al Club 2000m da cui ho ricevuto gli stimoli giusti per frequentare la montagna 
in tutti i suoi aspetti. Grazie a Voi tutti, soprattutto al Presidente Giuseppe Albrizio".

 

mountlive.com

Appenninisti da mezza Italia al 5° Raduno del

Club2000m

001a Qiunto Raduno Club 2000m

Il 27 Maggio 2018 la Stazione turistica del Terminillo ha assistito ad una grande prova di amore da parte di 200 Appenninisti provenienti da tutte le Regioni dell’Italia centrale dal Lazio all’Abruzzo, dall’Umbria al Molise, dalle Marche alla Campania.
Alle 8 di mattina, nonostante l’incertezza del meteo che prevedeva il solito brutto temporale pomeridiano, centinaia di automobili hanno invaso il parcheggio di Pian dè Valli che una volta faceva del Terminillo la base di una delle più ridenti e desiderate mete turistiche di Roma.

002a Qiunto Raduno Club 2000m

Una parte del lunghissimo serpentone all’inizio del sentiero

Nel silenzio totale di una piazza oramai abbandonata d’improvviso centinaia di persone si sono abbracciate per salire tutti insieme verso l’obiettivo dell’amicizia e della passione per i monti in occasione del Quinto Raduno in montagna del sodalizio che unisce coloro che hanno aderito al Progetto del Club 2000m.( Il Sito internet è http://www.club2000m.it/ )
Scopo di questa “ Associazione“ che vede più di 1000 iscritti è quello di raggiungere TUTTE le 243 cime riconosciute in un elenco ufficiale fra i 2000m ed i quasi 3000m del Gran Sasso D’Italia dell’Appennino da quello Tosco-Emiliano fino a quello Calabro-Lucano.
Ma oggi la finalità è stata quello di permettere agli iscritti di vivere la montagna tutti insieme per festeggiare, rivedersi o finalmente conoscersi dal vivo.
L’ascesa ha previsto che l’itinerario si svolgesse da Pian de Valli per un anello di cresta per raggiungere la Cima di Vall’Organo (2090m), la Cima dell’Innominata (2010m), la Vetta Sassetelli (2139m) e infine sia il Monte Terminillo (2216m) che il Terminilletto (2108m).
Così è stato nonostante le nubi minacciose e la nebbia che già a mezza mattinata ha oscurato il cielo ma questo non ha spaventato tutti i presenti non solo i 170 che si sono presentati all’appuntamento a Pian dè Valli ma anche coloro che hanno preferito salire dai versanti Nord-Est ancora innevati per il canale centrale o per realizzare un anello dalla parte opposta ma anche quelli che per esigenze personali e di natura fisica hanno preferito salire dalla via più breve che sale dal famoso Rifugio Sebastiani.
Ospite d’eccezione e più fotografato della meravigliosa giornata la Mitica pecora FROILEN di Peppe Ardente gestore insieme ad altri amici del Rifugio Fonte Tarì della lontana Majella che ha voluto presenziare alla manifestazione nonostante la lontananza. http://www.rifugiofontetari.it/

003a Qiunto Raduno Club 2000m

Il Coordinatore del Raduno Francesco Mancini sulla Cima del Terminillo con la pecora FROILEN che ha percorso tutti i 14 Km con 900 metri di dislivello salita

Non si era mai vista una pecora escursionista che per nulla intimorita dalle centinaia di persone che la fotografavano ha percorso per ore e ore i 14 Km previsti con un dislivello salita di oltre 900 metri.
Presenti oltre all’Organizzatore e Coordinatore del Club 2000m il Grandissimo Appenninista (avendo raggiunto TUTTE le Cime dell’Appennino il suo Blog è http://www.esplorandox.it/ Direttivo dell’Associazione) Francesco Mancini anche il famoso Presidente del Club 2000m peraltro anche Accompagnatore Onorario del CAI Club Alpino italiano Giuseppe Albrizio (Il suo Blog è http://www.lemiepasseggiate.it/) e uno dei fondatori e Direttivo Claudio Carusi.

004a Qiunto Raduno Club 2000m

Il discorso di ringraziamento che ha preceduto il brindisi di cima…da Sinistra Claudio Carusi uno dei fondatori del Club 2000m, Giuseppe Albrizio Presidente, Francesco Mancini e l’alpinista Francesco Belghazi che a soli 25 anni è già diventato Grandissimo Appenninista avendo asceso TUTTE le Cime dell’Appennino

Non è mancato il supporto di alcuni Gruppi Escursionistici come quello della A.S.D. Caminando En Grupo di Sandro Porretta e Daniela De Gioannis, gli ZIS Zaini in Spalla di Marco Mampieri e Alba Pacifici, il Gruppo Escursionamoci di Simona Prosperi (anche Direttivo del CAI di Sora) e Patrick Tatangelo, gli Amici del Monte Ruazzo di Vincenzo Maggiacomo e CAPUT FRIGORIS con il Meteoman Thomas Di Fiore.
Importanti esponenti del CAI Club Alpino Italiano di varie sezioni del Centro Italia come la delegazione del CAI di Monterotondo guidata dal Vice Presidente Pasquale Colabuono che nonostante il grave infortunio non è voluto mancare, Il CAI di Colleferro con il Vice Presidente Bruno Massimei e Gianna Carpentieri, il CAI di Sora con il grande ciclo viaggiatore Giorgio Lucarelli.
Ma anche tante altre Sezioni come quella lontana di Piedimonte Matese guidata dai Direttori di Escursione Geppino Civitillo e Sara Visco.
Festeggiamenti con discorso di ringraziamento e bottiglie di spumante sulla Cima del Terminillo e momento conviviale alla fine dell’escursione con il Terzo Tempo a valle che ha visto poi arrivare la pioggia.
Appuntamento per tutti gli Appenninisti, amici e simpatizzanti alla Serata Sociale 2018 che a fine anno vedrà le premiazioni di tutti coloro che nel corso dell’anno hanno raggiunto le 50, le 100, le 200 e TUTTE le cime dell’Appennino ricordando che questo progetto ha solo uno scopo esplorativo e non semplicemente collezionistico come alcuni pensano.
W la Montagna, W l’Amicizia, W il Club 2000m !!!

005a Qiunto Raduno Club 2000m

Una piccola parte degli Appenninisti sulla Cima del Terminillo….tutti non entravano !!!

Francesco Mancini
Direttivo Club2000m

 

I 2000 dell’’Appennino

di Stefano Ardito

articolo uscito sul sito montagna.tv

001a

001 - Monte Velino

Le collezioni sono tornate di moda. Sabato 2 dicembre a Monterotondo, alle porte di Roma, quasi trecento soci del Club 2000m hanno partecipato con entusiasmo all’assemblea che ha celebrato i dieci anni di vita dell’associazione. Grandi applausi hanno accolto i 55 escursionisti (tra loro una decina di donne) che hanno salito tutte le 261 vette dell’Appennino oltre i 2000 metri, dall’Emilia e dall’Abruzzo fino all’Etna.

L’entusiasmo, tutto l’anno, va in scena anche sulle cime. Gruppi di escursionisti, accanto alla croce o all’ometto di pietre della vetta, estraggono dagli zaini una bottiglia di spumante e un cartello. Poi, anche se piove, tira vento o nevica, iniziano le foto e i brindisi. Sul cartello spicca un numero tondo, 50, 100, 150 o 200. o una parola fatidica. “Tutte!”.

Significa che uno o più di loro, quel giorno, hanno raggiunto una tappa nella collezione.

002a

002 - Serata Club 2000m, 2 Dicembre 2017 

Certo, le collezioni famose riguardano cime e catene più alte. Tutti conoscono quella di Reinhold Messner, che nel 1986 è stato il primo a completare l’elenco dei 14 8000 dell’Himalaya e del Karakorum. Meno nota è la successiva sconfitta di Messner, battuto dal canadese Pat Morrow nella corsa alle Seven Summits, le cime più alte dei sette continenti. 

La corsa ai 4000 delle Alpi ha una storia complessa. Il suo protagonista è Karl Blodig, un oculista di Bregenz, in Austria, che nel 1911 completa la collezione delle 66 vette allora incluse nell’elenco. Poi, man mano che la lista si allunga, sale le cime aggiunte. Quando tocca le ultime due, l’Aiguille du Jardin e la Grande Rocheuse, nel 1932, ha 73 anni. Oggi l’elenco dei 4000 delle Alpi, varato nel 1993 dai Club alpini di Italia, Francia e Svizzera comprende 82 vette. Il Club 4000 metri, fondato da Luciano Ratto e Franco Bianco, tiene gli elenchi dei salitori. A completare lo slam, fino a oggi, sono stati 51 dei 490 soci del Club.

003a

003 - Bandiera del Club 2000m al vento su una cima 

Ci sono collezioni poco note ma entrate nel Guinness dei Primati come quella del britannico Rob Baber, che tra il 1998 e il 2002 ha salito le vette più alte dei 47 paesi d’Europa. Ci sono collezioni di vette e pareti di alta difficoltà, come quelle salite nel 2000-01 da Patrick Bérhault, nella sua traversata delle Alpi dalla Slovenia e Mentone. 

E’ bene ricordare, però, che la prima collezione della storia riguardava delle vette facili e bassine. Il reverendo Robertson, infatti, salì per primo nel 1901 tutti i Munros, le 276 cime della Scozia e del Galles che superano i 3000 piedi, pari a 914 metri. 

Di collezionare le cime dell’Appennino parla per primo, per scherzo, un mio articolo del 2000 su Airone. Invece la cosa viene presa sul serio. Due anno dopo Alberto Osti Guerrazzi pubblica la guida I 2000 dell’Appennino. Nel 2006 Marcello Ferrazza e Italo Iachini completano l’elenco, che allora è di 245 vette. Un anno dopo Giuseppe Albrizio, terzo a completare lo slam, diventa il Presidente del neonato Club 2000m. 

Poi le cose si complicano un po’. Il Club cresce rapidamente, e rilascia attestati con nomi da Giovani Marmotte (“Medio appenninista”, “Grande appenninista”, “Grandissimo appenninista”) ma che vengono accolti con soddisfazione dai soci, che oggi sono diventati 1200. 

004a

004 - Celebrazione del Club 2000m su una vetta

Tra i segreti del successo del Club sono l’affidarsi totalmente al web (non ci sono tessere, né burocrazia), e l’entusiasmo di Francesco Mancini, che lo coordina con Giuseppe Albrizio, Claudio Carusi e Livio Rolle.

Uniche attività sociali una o due escursioni ogni anno, migliaia di post e di foto su Facebook, e l’assemblea-festa annuale. 

Nel 2014 l’elenco, dopo una faticosa revisione, sale a 261 cime, e il primo a completarlo è Claudio Cecilia. Il titolo di “Grandissimo Appenninista”, però, viene rilasciato anche a chi si ferma a 243, lasciando fuori le vette alpinistiche (Centrale del Corno Grande, Punta dei Due, Dente del Lupo…) e quelle vietate dal Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise. 

Molti soci però, per completare l’elenco, si affidano alle guide alpine dell’Abruzzo e delle regioni vicine. Si attende ancora, e non sarà un titolo banale, l’autore della prima collezione invernale. 

Collezionare cime, però, non significa solo spuntare nomi da un elenco. “Conoscevo le solite venti o trenta cime, il Club mi ha spinto a esplorare e a conoscere” hanno detto, quasi con le stesse parole, molti dei 55 premiati sul palco di Monterotondo.

005a

005 - Lo scudetto delle 2000 cime 

Grazie al Club 2000m e al suo elenco, accanto a vette celebri come il Terminillo, il Pollino e il Vettore vengono spesso raggiunte cime sconosciute e affascinanti come il Tempio, il Dente del Lupo e la Cima della Sala del Monaco. Dei nomi che sono un inno al mistero e alla wilderness dell’Appennino. 

Ma la piccola, grande lezione del Club 2000m non si ferma qui. Molti soci sono buoni alpinisti, ma l’impegno tecnico modesto di molte cime consente un tono scanzonato. Quasi tutti sono anche soci del CAI, ma non ci sono rivalità. Dopo anni di motivazioni complicate, e di ricerca delle difficoltà, collezionare cime è un ritorno ai primordi dell’andar per montagne. 

E’ un esempio che si può seguire anche altrove. I 4000 della Valle d’Aosta o del Vallese sono stati censiti e saliti, ma quanti sono i 3000 del Trentino? E i 2000 delle Orobie, o i 1000 della Sardegna? Qualcuno li ha saliti tutti? Forse, in futuro, ci attendono altre collezioni e altri club.

006a

006 - Monte Godi (PNALM)

007a

007 - Monte Morrone (Majella)

008a

008 - Monte Prena (Gran Sasso)

009a

009 - Monte Viglio (Simbruini)

010a

010 - Pizzo di Moscio (Monti della Laga)

011a

011 - Monte Amaro (Majella)

Nota: le foto n 001-002 e da 006 a 011 sono di Stefano Ardito

l'articolo è stato preso dal sito montagna.tv

 

 

Lunedì, 11 Dicembre 2017 14:49

Foto Nona Serata Sociale anno 2017

Scritto da

Work in progress....

 

02 Dicembre 2017

Monterotondo

 

001

Potete leggere qui il resoconto di questa splendida giornata scritto da Francesco Mancini 

002 

001

004

002

006

003

06a

003a

007

004

008

005

010

006 

011

007 

012

008 

013

009 

014

010 

015

011 

016

012 

017

013 

019

014 

020

015 

022

016 

024

017

001 - Socio Appenninista

018 

025

018a

026

019

027

020

028

021

029

022

030

023

031

024 

032

025 

002 - 50 Cime dellAppennino

025a

033

026 

034

027 

035

028 

036

029 

037

030 

038

031 

039

032 

040

033 

041

034 

042

035 

043

036 

044

037 

045

038 

003 - 100 Cime dellAppennino

038a

046

039 

047

040 

048

041 

049

042 

051

043 

052

044 

053

045 

054

046 

055

047 

056

048 

057

049 

058

050 

059

051 

060

052 

061

053 

 

053a

062

054 

063

055 

064

056 

065

057 

066

058

067

059 

004 - 200 Cime dellAppennino

059a

068

060 

069

061 

070

062 

071

063

072

064 

073

065 

074

066 

075

067 

076

068 

077

069 

078

070

079

071

099

072

080

073

005 - Tutte le Cime dellAppennino

073a

081

074

082

075

083

076 

084

076a 

085

077 

086

078 

087

079 

089

080

25 cime INVERNALI

080a 

090a

081 

091

082 

092

083 

50 cime INVERNALI

083a

093

084 

098a

085 

100 cime INVERNALI

085a

094

086 

095

087 

095a

087a

096a

088 

200 cime INVERNALI

088a

097

089  

160

090a

100

090b

162

090b

163

090c

164

090d

165

090e

091

090f

101

091 

103

092 

105

093 

106

094 

107

095 

108

096 

109

097 

110

098 

111

099 

112

100 

113

101 

114

102 

115

103 

116

104 

117

105 

118

106 

120

107 

122

108 

123

109 

124

110 

125

111 

126

112 

127

113 

129

114 

130

115 

131

116 

132

117 

133

118 

134

119 

135

120 

136

121 

138122 

139

123 

140

124 

141

125 

142

126 

143

127 

144

128 

145

129 

146

130 

147

131 

148

132 

149

133 

150

134 

151

135 

152

136 

153

137 

154

138 

155

139 

156

140 

157

141 

158

142 

159

143 

161

145 

160

146

LOGOnew-club2000m  

 

Grazie a tutti  voi  per aver aderito al progetto del  Club2000m e per aver partecipato alla Serata Sociale con il massimo dell'entusiasmo, rendendola "speciale";  un ringraziamento ed un applauso  particolare va a "Francesco Mancini "componente del direttivo , che ha organizzato alla grande tutto nei minimi particolari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il CLUB 2000M, i “ CORRIDORI del CIELO “ di L’AQUILA e la GIOVANE MONTAGNA di ROMA UNITI PER LA BENEDIZIONE DELLA MADONNINA SULLA TERZA VETTA DEL GRAN SASSO D’ITALIA

001a Intermesoli

Sabato 11 Novembre 2017 sulla innevata e non semplice quota di 2635m della Terza Vetta del Gruppo del Gran Sasso d’Italia si è svolta la commovente funzione religiosa della famosa Madonnina dell’Intermesoli.

La volontà, l’amicizia, la passione e la fede dei 2 organizzatori Paolo Boccabella, famoso alpinista Aquilano dell’Associazione “ I CORRIDORI del CIELO “, e Francesco Mancini, Grandissimo Appenninista e componente del Consiglio Direttivo del Club 2000m, hanno permesso la realizzazione di questo importante evento per la comunità Aquilana.

Fu proprio Paolo Boccabella legato da anni anche al Soccorso Alpino de L’Aquila e con ben 42 Cime da 4000 metri sulle spalle che nel 2005 ebbe l’idea di donare e posizionare sulla unica importante montagna “ nuda “ Aquilana questa Madonnina che per anni è stata il simbolo dell’Intermesoli.

Per più volte sia per cause legate ad eventi atmosferici che per cause legate a correnti ostracistiche di immagini sacre, atti vandalici hanno creato problemi a questo simbolo che unisce fede e montagna.

La Madonnina attuale è stato il frutto dello spirito religioso-montanaro della Ditta Pacini, simpatizzante dei Corridori del Cielo, che fece dono loro di questa Madonnina ritrovata sotto le macerie di Via Barete in L’Aquila.

Grazie a Paolo Boccabella a ai suoi “ Corridori del Cielo “ la Madonnina fu restaurata e riposizionata a 2635 metri con un congegno innovativo progettato dal Prof. Berardo Bella che si spera possa evitare futuri atti vandalici.

Mancava quindi solo la Benedizione opera di non semplice realizzazione vista l’ubicazione della Madonnina su una Cima d’Alta quota impossibile da raggiungere per un religioso “ non montanaro “.

L’amicizia del Boccabella con Francesco Mancini del Club 2000m ha chiuso il cerchio.

La conoscenza di Francesco Mancini all’interno dello Stato Città del Vaticano con il Sottosegretario del Pontificio Consiglio della Cultura Mons. Melchor Sanchez De Toca grande sportivo e Alpinista, salito anche sul Monte Bianco, hanno permesso la realizzazione della commovente funzione religiosa.

Dalle parole di PAPA FRANCESCO «La Chiesa si interessa di sport perché le sta a cuore l’uomo, tutto l’uomo  e riconosce che l’attività sportiva incide sulla formazione della persona, sulle relazioni, sulla spiritualità “.

Per questo motivo Monsignor Melchor è stato uno degli organizzatori del grande evento che si è svolto in Vaticano, dal 5 al 7 ottobre del 2016, come prima grande conferenza su sport e fede – titolo dell’iniziativa «Lo sport al servizio dell’umanità».

«Inclusion, involvement, inspiration saranno i tre grandi ‘in’ che indicano le aree tematiche del convegno – ha detto ancora Sánchez de Toca – Infatti, si cercherà di capire come sport e fede, insieme, possano contribuire a creare società più integrate (inclusion); a promuovere, nelle persone, coscienza civica e desiderio di impegnarsi per la comunità (involvement); a realizzare vite più sane, più integre e più complete (inspiration) per fare fronte alle grandi sfide dell’umanità».

Anche per questo motivo Monsignor Melchor si è messo a disposizione come religioso e alpinista insieme alla Giovane Montagna di Roma presieduta da Fabrizio Farroni, presente anche lui alla salita sull’Intermesoli, per tradurre in realtà l’impegno sportivo e religioso di tante persone.

Presente alla salita il Soccorso Alpino con Amedeo Ciuffetelli e al ritorno sul piazzale di Campo Imperatore nella Chiesetta di Giovanni Paolo II una delegazione del Comune de L’Aquila ad accogliere gli alpinisti.

Spedizione: Paolo Boccabella, Francesco Mancini, Monsignor Melchor Sanchez De Toca, Fabrizio Farroni, Amedeo Ciuffetelli, il Prof. Giuseppe D’Annunzio, Francesco Laurenzi, Luciano Porrelli e Italo Tobia.

per approfondire vedi Esplorandox

LOCANDINA

Francesco Mancini componente del Consiglio Direttivo del Club 2000m a nome personale come organizzatore dell’evento, del Presidente Giuseppe ALBRIZIO e del Direttivo tutto, comunica la realizzazione della importante 9^ Serata Sociale del Club 2000m che quest'anno si svolge in collaborazione con il CAI di Monterotondo (Roma) nella giornata di SABATO 2 DICEMBRE 2017 dalle 16 in poi con la consueta CENA SOCIALE finale.

La passione per la montagna ed in particolare per l’Appennino è alla base della costituzione, il 2 luglio 2007, del Club 2000m da parte di tre amici e grandi trekker, Giuseppe Albrizio (Presidente visitare il suo Sito personale Le mie Passeggiate), Claudio Carusi (Segretario) e Livio Rolle (Administrator del Sito).

Il Club 2000m ha l’obiettivo di salire su tutte le montagne (censite in un elenco ufficiale riconosciuto dai CAI del centro Italia) situate fra i 2000m ed i quasi 3000m del Gran Sasso d’Italia di tutto l’Appennino, dalle Marche al Molise passando per Lazio ed Abruzzo, senza dimenticare l’Appennino Tosco-Emiliano ed il Sirino-Pollino, per stimolare gli escursionisti che frequentano le montagne dell’Appennino a conoscerle sempre meglio, ad esplorare e raggiungere cime meno note, ad individuare nuovi percorsi, e a condividere con altri amici appassionati Appenninisti la bellezza dei luoghi, le vie di salita e gli itinerari individuati.

Quindi proprio quest’anno il Club 2000m ha compiuto 10 anni dalla nascita e si è pensato di far sì che i veri protagonisti della giornata dovevano essere tutti coloro che hanno creduto fin dall’inizio nella bellezza ed importanza del “ Progetto del Club 2000m “ completandolo nel corso di questo lungo periodo con l’impegno fisico, psicologico, e soprattutto anche economico visto i lunghi spostamenti.

Lo stimolo alla scoperta di nuove cime e di nuovi percorsi è dato dalla curiosità per quelle ancora non raggiunte, presenti nell’elenco ufficiale dei 2000 metri dell’Appennino, dove si offre la possibilità di spuntare su una scheda personale le montagne raggiunte, in una sorta di grande diario comune e di confrontarsi con gli altri in un albo, che ha il solo scopo di incitare ad uscire dai percorsi più battuti, senza alcun spirito agonistico ma solo esplorativo.

Il nostro invito è rivolto affinché i presenti all'evento possano conoscere dal vivo e soprattutto sentire dalla loro emozionata voce i sentimenti provati dai Grandissimi Appenninisti cioè coloro che hanno raggiunto TUTTE  le Cime dell'appennino e le motivazioni che li hanno spinti a completare l'Elenco.

Una serata come questa doveva avere come protagonista anche il vero “ RE degli APPENNINI “ cioè il GRAN SASSO D’ITALIA e quale occasione migliore se non la presentazione dell'importante volume, che lo rappresenta da un punto di vista culturale e scientifico (edito dalla Casa Editrice Ricerche&Redazioni di Giacinto DAMIANI), “ GRAN SASSO e SCIENZA “ scritto dal famoso Stefano ARDITO.

La presenza del giornalista, scrittore e iscritto al Club 2000m Stefano ARDITO renderà prestigiosa la serata con la presentazione di questo speciale Libro raccontandoci qualcosa “ sui 2 Osservatori Astronomici, sul GSSI e sui Laboratori sotterranei e magari su Orazio Delfico, l’emulo Abruzzese di Horace-Benédict de Saussure “.

Non mancheranno le premiazioni dei nostri iscritti con gli Scudetti delle 50-100-200 e TUTTE le Cime, insieme agli SCUDETTI INVERNALI di tutti coloro che hanno raggiunto le Cime anche nel difficile ambiente innevato ma soprattutto si cercherà di coinvolgere maggiormente i nostri futuri Appenninisti cioé i bambini con la consegna del SCUDETTO SOCIO APPENNINISTA.

Il Club 2000m con la semplicità e la purezza che i bambini esprimono nel raggiungimento di un Cima cerca di trasmettere i valori che solo la montagna può offrire loro.

Sia la manifestazione che la cena si svolgeranno al Centro di Monterotondo nella SALA TEATRALE POLIFUNZIONALE della Parrocchia di GESU' OPERAIO di Via Piave, 12 in Monterotondo (Roma).

Per la manifestazione teatrale si ricorda che l’ingresso è libero.

FOTO 1

001 - orgogliosi di mostrare l'appartenenza al Club 2000m e al Club Alpino Italiano 

FOTO 2

002 - il Presidente del Club 2000m e a destra il grande organizzatore

della serata, Francesco Mancini

FOTO 3

003 - il logo del Club 2000m

FOTO 4

004 - la copertina del libro presentata da Stefano Ardito

per approfondire vedi Esplorandox

 

Lunedì, 20 Novembre 2017 10:27

Antonio Rossi di Pizzone (Isernia)

Scritto da

Il Grandissimo Appenninista Antonio Rossi di Pizzone (Isernia)

ha realizzato un grande progetto

scalando tutte le vette dell'Appennino in meno di due anni.

IL primo Molisano della storia a compiere tale impresa

Rossi Antonio001

001 - Rossi Antonio di Pizzone

001 AEO CAI

FRANCESCO MANCINI

Voglio fare i miei complimenti personali ma anche a nome di tutti gli Appenninisti d'Italia al Presidente del Club 2000m Giuseppe Albrizio che il 3 ottobre 2017 direttamente dal CAI Nazionale ha ricevuto il titolo di Accompagnatore Escursionistico Onorario.
Tale assegnazione del tutto eccezionale viene riservata solo ai Soci che in uno specifico settore abbiano svolto attività significative e si siano particolarmente distinti.
Credo che sia il giusto riconoscimento per colui che è stato il punto di riferimento di tutto l'Appennino per la sua competenza, costanza e passione.
W il Presidente !!!

 

 

                               ilmamilio.it

                                        L'Informazione dei Castelli romani

Luciano Grassi1

Luciano Grassi2

InizioPrec123456SuccFine
Pagina 1 di 6

Newsletter

Se non ti vuoi iscrivere al Club ma vuoi comunque rimanere informato delle novità. Iscriviti alla Newsletter.
Saremo discreti e rispettermo la tua privacy.

Menu Utente

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo